xxmiglia.com's
uFAQ
Scrivermi?
Categorie
Ricerca

Per i ritardatari
Mi do da fare
Sono alla moda e tuitto
Razzismo

Gli inglesi mi sono antipatici perché un popolo che mangia così male deve per forza essere malvagio. Inoltre sono tutti brutti e se la tirano troppo per il loro supposto humour.

Gli svizzeri mi piacciono perché sono buffissimi ed è divertente osservarli come si fa con gli animali allo zoo. In fondo, poi, sotto sotto, un po’ li invidio.

I giapponesi non mi piacciono perché sono piccoli e sgraziati e con le gambe storte. Inoltre sono scemi perché mangiano con le bacchette, quando sanno tutti che le forchette funzionano meglio. Però c’hanno i cartoni animati, hanno inventato il bukkake e alcune signorine dal muso giallo sono molto carine.

I francesi, tutto sommato, li rispetto, perché purtroppo se ci guardano dall’alto in basso è perché possono permetterselo. E poi in Francia amano la cultura molto più che in Italia, hanno una lingua molto bella ed è l’unico Paese al di fuori dell’Italia dove si mangia bene.

I greci mi sono simpatici perché sono zozzoni e rumorosi e ti accolgono sempre a braccia aperte. Poi, appena abbassi la guardia, te lo mettono nel culo.

I tedeschi non li ho ancora ben capiti, quindi non so se mi piacciono o meno. Non sono buffi come gli svizzeri però c’hanno più cultura, che d’altronde raramente è in sintonia coi miei gusti. Mi sa che mi tocca andare in Germania.

I neozelandesi mi sono simpatici perché alle elementari mi avevano detto che la Nuova Zelanda è come l’Italia ma agli antipodi, e allora li sento un po’ fratelli. In realtà probabilmente sono dei buzzurri pastori, ma io gli voglio bene lo stesso.

I brasiliani mi sembrano un po’ fessi perché cantano e ballano e fanno capoeira e poi c’hanno le favelas. Inoltre c’hanno l’Amazzonia che ha dei ragni enormi, e io non ci voglio andare.

Gli irlandesi sono meglio dei cugini inglesi perché hanno paesaggi più belli, birra più buona e ragazze più belle. Però, sotto sotto, sono inglesi anche loro e quindi tanto fichi non lo sono.

Gli indiani mi rugano perché ogni volta che parli di loro devi specificare "gli indiani d’India", e questo complica le cose. Poi sono tanti e mi rubano il lavoro di informatico. Però fanno dei film buffi e il puntino sulla fronte mi fa ridere.

Gli spagnoli mi sono simpatici perché sono tutti terroni, anche quelli che vivono a nord.

Gli americani sono al di là di ogni giudizio, sia buono che cattivo. Ci ho provato, ma non è possibile essere razzisti con gli americani.

153 Comments »

  1.  MonsterID Icon

    Prova a dire a un irlandese che sotto sotto è inglese, poi mi dici come ha reagito quando recurerai i sensi…
    E’ vero che in Francia si mangia e beve bene, è vero che amano l’arte e la cultura forse più di noi, ma rimangano dei perdenti perchè non si lavano il culo…
    I tedeschi mi stanno un pò sul cazzo, perchè vanno in giro con i sandali e i calzini bianchi e la sera cenano col cappuccino, adoro invece quelli che mangiano wurstel e crauti tutto il giorno e bevono biira ruttando…
    Il regno del luogo comune!!!

    Comment di Jack • 28 September 2006 14:37

  2.  MonsterID Icon

    “Gli americani sono al di là di ogni giudizio, sia buono che cattivo. Ci ho provato, ma non è possibile essere razzisti con gli americani.”

    Io ci riesco benissimo, e poi sotto sotto sono inglesi pure loro.

    Comment di mauz • 28 September 2006 14:51

  3.  MonsterID Icon

    Rigetto i tuoi giudizi su quei mangialumache dei francesi. Piuttosto, guarda, gli inglesi, che non è che mi facciano impazzire…

    Comment di Chicca • 28 September 2006 17:39

  4.  MonsterID Icon

    mauZ: quello che volevo dire è che non esistono “gli americani” perché hanno troppe etnie e troppe culture per generalizzare. Se consideri gli “wasp”, comunque, non sono proprio come gli inglesi: sono la parte di inglesi che è stata cacciata 400 anni fa perché era troppo rompiballe.

    Chicca: non ho capito la tua ellisse. Gli inglesi de che?

    Jack: nessuno si lava il culo.

    Comment di xx • 28 September 2006 18:00

  5.  MonsterID Icon

    Dai xx ammettilo, i francesi non possono meritare il nostro rispetto!
    Loro sono quelli che nel mondo si lavano meno il culo! E poi hanno portato via all’Italia terre e opere d’arte… no, no! Cattivi e brutti francesi! Via!!!

    Comment di Jack • 29 September 2006 10:57

  6.  MonsterID Icon

    Nel senso che “Piuttosto, guarda, PREFERISCO gli inglesi, …”
    :)

    Comment di Chicca • 29 September 2006 12:05

  7.  MonsterID Icon

    Ma come fai a preferire gli inglesi???
    Se la tirano da morire, sono vonci come latrine, mangiano porridge e lardo fritto e rifritto nell’olio fritto nel burro, guidano dalla parte sbagliata, non pronunciano le parole così come sono scritte, danno un cifro di soldi alla regina per far cosa non lo si sa. Poi subiscono tutti quell’iniezione letale in tenera età che ne obnubila il pensiero!
    Come si fa a preferirli ad una qualunque altra popolazione?

    Comment di deedrew • 29 September 2006 18:22

  8.  MonsterID Icon

    Non ho scritto che li preferisco a qualsiasi altra popolazione. Li preferisco a quegli invidiosi marci fino al midollo dei francesi (per lo meno, gli inglesi hanno rubato “solo” in Egitto e in Grecia… più o meno… colonialisti bastardi. I francesi hanno rubato da noi e cercato di distruggere tutto quello che non stava sui carri dei vettovagliamenti).

    Comment di Chicca • 29 September 2006 18:32

  9.  MonsterID Icon

    Voto anch’io contro i francesi, per il loro nazionalismo (poi e’ vero che non pronunciano le parole come sono scritte, ma non e’ grave via). Cmq in merito al discorso “rubare”, non saprei se in condizioni analoghe l’Italia si sarebbe trattenuta.. :) Ma non sono uno storico (IANAH?)

    Comment di Joril • 29 September 2006 19:13

  10.  MonsterID Icon

    Ma se deedrew affoga i criceti nel ketchup, i francesi lo fanno nella maionese?

    Comment di Gabri • 30 September 2006 14:07

  11.  MonsterID Icon

    Quelli sono gli olandesi! Appunto, dimenticavo: gli olandesi mi sono antipatici perché affogano le patatine nella merda gialla.

    Comment di xx • 30 September 2006 18:59

  12.  MonsterID Icon

    i mangialumache hanno perso la coppa del mondo quindi devono solo sucare

    Comment di golosino • 30 September 2006 19:51

  13.  MonsterID Icon

    comunque in Francia non si mangia mica poi così bene, è tutto agliato.
    gli inglesi, ricordiamocelo, sono l’unico popolo in grado di mettere la moquette IN BAGNO!!!

    Comment di golosino • 30 September 2006 20:07

  14.  MonsterID Icon

    parlando di ladri: e i tedeschi che nei loro musei di berlino hanno fregato quadri, oggetti e perfino parte di una magnifica muraglia anatolica?e la villa dei papiri di pompei ricostruita al paul getti museum di LA con mattonelle made in italy di 2000anni fa ? Come non si può non avere un giudizio su quegli enormi mangia-hamburger ignoranti e accentratori degli americani? Son cmq per la maggiorparte inglesi, con la differenza che LAVANDOSI sprecano più di qualsiasi altra nazione in acqua,(per non parlare di petrolio ed elettricità)?
    i “mangialumache” sono bazzecole confronto a loro…
    potrei cominciare a parlare di cinesi…ma mi dilungherei troppo! ;P

    Comment di mela • 30 September 2006 20:44

  15.  MonsterID Icon

    Brava Mela! La porta di Ishtar! COme dimenticarla! Mah.. i mercanti d’arte americani erano “solo” in malafede nell’acquistare reperti rubati nei nostri musei dai nostri tombaroli.. sul fatto che sono una massa di mangiahamburger obesi che hanno bisogno di istruzioni del tipo “Non mettere il gatto nel microonde”, sono perfettamente d’accordo..
    E per la moquette in bagno.. i miei zii, quando è andato via l’inquilino in affitto, hanno dovuto togliere dalla casa la moquette.. anche dai bagni! E l’inquilino era italianissimo!

    Comment di Chicca • 1 October 2006 15:23

  16.  MonsterID Icon

    Ehi, ieri sera Georgw W. Bush ha dichiarato che xxmiglia.com è un sito canaglia e quindi lo bombarderà. Luca, fuggi!!!

    Comment di deedrew • 1 October 2006 16:23

  17.  MonsterID Icon

    Mela: quindi, se ho ben capito, non bisogna LAVARSI perché si spreca acqua? E’ una prospettiva interessante.

    Chicca: quella del gatto nel microonde non è un problema di stupidità, è un problema di avvocati!

    Comunque la moquette in bagno è pratica. Assorbe tutto.

    Comment di xx • 2 October 2006 10:06

  18.  MonsterID Icon

    E’ invece un problema di stupidità.. chi infila il gatto nl microonde e lo ammazza, poi va dall’avvocato perchè è incazzato per aver ammazzato il gatto, rotto il microonde e sporcato la cucina, e cita la casa produttrice perchè non l’aveva spiegato a chiare lettere. Ma quale deficiente ritardato metterebbe un gatto nel forno (poi, mettere un gatto nel forno per asciugarlo, fa presupporre che lo si sia lavato prima. Altra nota di masochismo, visto che NOTORIAMENTE i gatti amano farsi lavare)? Al massimo puoi giocare sull’ignoranza del padrone del frappè di gatto, che si dimostra così tale: un deficiente ignorante e ritardato…

    Comment di Chicca • 2 October 2006 12:39

  19.  MonsterID Icon

    Ma dai, sarà stato un bambino! Un mio amico da piccolo aveva tagliato le orecchie al gatto perché le trovava troppo lunghe, quindi lavarlo non è così assurdo. Poi, quando è bagnato, la soluzione per asciugarlo è a portata di mano… La mia ricostruzione è che un bambino fa il guaio, la notizia trapela e un avvocato si rivolge ai genitori per suggerire di far causa.

    Comment di xx • 2 October 2006 12:44

  20.  MonsterID Icon

    Premesso che tutti gli stati hanno rubato quando hanno potuto farlo, e che quindi è fanciullesco considerarlo un canone di giudizio, qui mi sembra che stiamo parlando dei popoli (e soprattutto della loro cultura) e non dei capi di stato che di volta in volta nella storia hanno compiuto questo o quel sopruso.

    Gli inglesi sono fieri e retti; hanno un modello sociale efficiente ma equo rispetto a noi terzomondisti italiani; hanno una giustizia più funzionante, rapida e snella e, conseguentemente, più giusta; hanno uomini politici (noi abbiamo solo rubagalline); non hanno mai avuto deviazioni assolutistiche (e questo è un miracolo); sono la democrazia vivente più antica del mondo; hanno una famiglia reale che è ancora guardabile (la regina è tosta, Carlo è idiota: i Savoia sono anni luce peggio); hanno inventato il rock (e il pop)!!!; hanno inventato la lingua più pratica del mondo; hanno delle macchine molto eleganti; hanno un economia brillante; chiunque sia stato a Londra non può non rimanerne affascinato; chiunque sia stato in Cornovaglia non può non rimanerne stordito; chiunque abbia senso estetico non può non ammirare la sobria perfezione della campagna inglese; hanno chiese bellissime; hanno avuto poeti straordinari e scrittori e filosofi altrettanto straordinari; sono eleganti; hanno inventato praticamente tutti gli sport moderni; hanno un campionato di calcio straordinariamente divertente dove nessuno fa il furbo; guidano dalla parte giusta (noialtri popoli invasi da napoleone guidiamo dalla parte sbagliata: il piccolo furbetto francese volle isolare la gran bretagna, incapace di conquistarla, con trucchi tipo questo: cambiare il senso di marcia, sino ad allora universalmente riconosciuto come giusto).

    I tedeschi oggi possono essere visti come abbastanza buffi, ieri invece facevano abbastanza paura, ma la realtà è: hanno inventato … praticamente tutto (tutte le forme di locomozione, pilastro della società moderna, sono tedesche: motore ciclo otto, motore diesel, motore a reazione; molte delle più fulgide intelligenze nella scienza moderna sono tedesche o di origine ebraico-tedesca; la filosofia moderna è parto tedesco; per non parlare dei più grandi compositori di musica classica); inoltre: qualcosa prodotto in germania va sempre meglio e dura sempre di più della stessa cosa prodotta altrove; il cibo è grasso e la birra è gustosa.

    I francesi se la tirano, sì d’accordo, ma semplicemente possono. E hanno grandi vini e hanno grandissimo cibo (ignorate la Nouvelle Cuisine, state qualche giorno in normandia alla ricerca dell’equivalente delle nostre trattorie e sappiatemi dire). I tgv vanno benissimo. E, parte rubato ma molto di più prodotto, il patrimonio artistico è valorizzato come deve essere.

    I Giapponesi sono puliti, civili, cordiali, per nulla arroganti ma totalmente pervasi d’onore: hanno preso due bombe in testa e sono rinati arrivando ad amare i loro carnefici (gli americani, dico). Molte delle considerazioni espresse per i tedeschi, valgono anche per loro: li potremmo definire i tedeschi d’oriente.

    Gli americanti, beh, come dice xx sono tutto e il contrario di tutto. E’ una società ricca che fornisce a chiunque lo spazio della propria espressione: pertanto eccede nel bene e anche nel male, è il sinonimo della società integralmente liberale a tal punto da permettere ai propri cittadini di scegliersi deviazioni illiberali (che col tempo passano di moda e poi ritornano e poi passano). Possiede la costituzione democratica più antica del mondo; è l’unico stato che non ha mai espanso i suoi confini con la guerra di conquista (forse insieme al Tibet che, purtroppo, i confini li ha persi). Ci ha tolto dalla merda in occasione della seconda guerra. Il 90% di quello che uso è americano.

    Gli italiani invece ? Pensano ancora di essere i migliori criticando tutti e vivacchiano, pur maldestramente, della dovuta rendita di tutte le meraviglie che hanno prodotto in abbondanza nei tempi passati. Stop.

    Farei volentieri apologie di tanti altri popoli eccezionali, ma questo commento sta diventando troppo lungo…

    Comment di kotekino • 2 October 2006 13:08

  21.  MonsterID Icon

    Mi limito a rispondere sugli inglesi, sui quali ti aspettavo. Ci tengo inoltre a ricordare che il titolo del post era appunto “Razzismo” per sottolineare in modo ironico il fatto che mi son divertito a giocare con gli stereotipi. Quindi, vediamo di non inalberarci!

    >Gli inglesi sono fieri e retti;

    Sono troppo fieri, in modo ingiustificato.

    >hanno un modello sociale efficiente ma equo rispetto a noi terzomondisti italiani;

    Vallo a dire ai minatori del Galles.

    >hanno una giustizia più funzionante, rapida e snella e, conseguentemente, più giusta;

    in cui i giudici indossano le parrucche

    >hanno uomini politici (noi abbiamo solo rubagalline);

    Hanno un ramo del parlamento retto dalla nobiltà.

    >non hanno mai avuto deviazioni assolutistiche (e questo è un miracolo);

    Infatti, culo.

    >sono la democrazia vivente più antica del mondo;

    Questo dipende dalla definizione di “democrazia”.

    >hanno una famiglia reale che è ancora guardabile (la regina è tosta, Carlo è idiota: i Savoia sono anni luce peggio);

    Non vale dire “c’è chi è peggio”! La regina è tosta ma fuori dal mondo, Carlo è un fessacchiotto, i nipoti (probabili futuri eredi) mi puzzano di stronzetti

    >hanno inventato il rock (e il pop)!!!;

    C’è da andarne fieri! Britney Spears è colpa degli inglesi, allora!

    >hanno inventato la lingua più pratica del mondo;

    Questa è una sciocchezza bella e buona! Pratica l’unica lingua al mondo che non ha una lettura univocamente determinata dalla grafia? Ah!

    >hanno delle macchine molto eleganti;

    Uh…mi citi una macchina inglese?

    >hanno un economia brillante;

    Bah, sì, ma senza esagerare.

    >chiunque sia stato a Londra non può non rimanerne affascinato;

    Questo vale per tutte le capitali europee, suvvia. E Parigi batte Londra 3-1. Roma batte Parigi 6-0.

    >chiunque sia stato in Cornovaglia non può non rimanerne stordito;

    Seee, per aver sbattuto contro un albero in mezzo alla nebbia!

    >chiunque abbia senso estetico non può non ammirare la sobria perfezione della campagna inglese;

    La dolce campagna toscana e la grassa campagna francese sono migliori.

    >hanno chiese bellissime;

    Non è vero (qui lo faccio per puro spirito di contraddizione, in realtà non è nè vero nè falso)

    >hanno avuto poeti straordinari e scrittori e filosofi altrettanto straordinari;

    Vero, anche se quasi nessuno nel ’900 e non più di italiani, francesi e tedeschi. E poi molti che spacciano per inglesi in realtà sono irlandesi.

    >sono eleganti;

    AH,AH, AH!

    >hanno inventato praticamente tutti gli sport moderni;

    Quindi il calcio è colpa loro? Ahiahiahi!

    >hanno un campionato di calcio straordinariamente divertente dove nessuno fa il furbo;

    Un campionato dove si butta la palla in avanti sperando che qualcuno la butti dentro. Yawn.
    Ah, e hanno inventato gli hooligans.

    >guidano dalla parte giusta (noialtri popoli invasi da napoleone guidiamo dalla parte sbagliata: il piccolo furbetto francese volle isolare la gran bretagna, incapace di conquistarla, con trucchi tipo questo: cambiare il senso di marcia, sino ad allora universalmente riconosciuto come giusto).

    I tempi cambiano. Ora il verso giusto è guidare a destra, bisogna sapersi adattare.

    Comment di xx • 2 October 2006 13:53

  22.  MonsterID Icon

    macchine inglesi eleganti: aston martin

    god save the queen.

    (non hanno mai avuto deviazioni assolutistiche: più o meno, sotto la lady di ferro ci sono andati vicini)

    Comment di mauz • 2 October 2006 14:19

  23.  MonsterID Icon

    intendevo; gli amercani sono per lo più inglesi, gli inglesi sono sporchi e non si lavano. gli amerciani si lavano, ma essendo megalomani sono il popolo che più al modno spreca risorse essenziali come l’acqua…probabilmente anche con l’aria condizionata di cui abusano.dopo il parere illuminante di chicca, la mia “stima” nei confronti degli usa cresce esponenzialmente: grandi musei come appunto il getty usano la piccola “criminalità” per scopi culturali: ci vuole una certa arte per rendere un furto culturale ed educativo per le grandi masse!

    Comment di mela • 2 October 2006 14:22

  24.  MonsterID Icon

    e la belllissima e piatta campagne olandesa?
    più che la regina d?inghilterra io proporrei a titolo d’esempio i sovrani olandesi, che hanno sì innovato e in campo teconoligico sono all’avanguardia e non sono sempre al centro di stupidissimi tabloid.
    a titolo d’es parliamo di: opere di ingengneria idraulica al di là di ogni immaginazione: dighe-dune nel pieno rispetto dell’equilinbio del delta del reno;
    navigazione sui canali a fini turistici ed economici per ridurre la movimentazione merci su strada- da rotterdam attraverso la ruhr per arrivare al mar nero!-;
    infinite file di mulini a vento riduzione della tossicodipendenza tramite l’apertura di coffee-shops che attrae orde di stupidi italiani e spagnoli
    paese tendenzialmete neutrale e non per qs ladro (vedi svizzera)

    Comment di mela • 2 October 2006 14:40

  25.  MonsterID Icon

    Conosco dei vicentini che mettono i gatti in forno!

    Comment di Carlo • 2 October 2006 15:12

  26.  MonsterID Icon

    Dopo la sviolinata di kotekino in difesa degli altri popoli europei e non (specie dopo la frase “I francesi se la tirano, sì d’accordo, ma semplicemente possono”), propongo di metterlo in pentola e farlo su con le lenticchie ( ;), il post si intola razzismo, per l’appunto!).
    Posso permettermi questa proposta, anche, anzi, specie perché non vado in difesa a spada tratta dell’Italia. Che è sì il mio paese, ma troppo spesso frequentato da compagnie poco raccomandabili.
    Ah, aggiungo che io a Londra ci sono stata, ma non è che mi abbia fatto impazzire. Sarà perchè ci son stata solo 3 giorni? Le chiese saranno anche belle, ma generalmente sono tutte debitrici del continente. Non dimentichiamo poi, che si sono fondati una setta cristiana a parte per permettere a Enrico VIII di divorziare anzichè ammazzare le mogli. E la lingua inglese è una delle più parlate e pratiche per il semplice fatto che sono andati in giro a colonizzare (nel caso degli USA hanno semplicemente inteso la terra vergine come un posto sufficientemente lontano per esiliarci i propri galeotti, puritani e battisti, prostitute e indesiderati vari): quindi hanno esportato la lingua (e non nella versione shkespieriana).
    X XX: Saràpure stato un bambino, ma un bambino cerebroleso con genitori indegni, che non si prendono neanche il fastidio di educare il proprio pargoletto!
    X Carlo: sì, ma i vicentini prima li ammazzano, i gatti. Non li mettono mica vivi a farsi shackerare il cervello dal microonde!
    X mela: putroppo, anche senza i mafiosi italiani che vendono ai mafiosi americani, siamo in svendita lo stesso… MA arriverà il giorno che capiremo che il nostro è il paese più bello del mondo e come tale va accudito e difeso!

    Comment di Chicca • 2 October 2006 15:38

  27.  MonsterID Icon

    vai chiccaaa!concordo pienamente con quanto hai scritto!
    ah, cmq io non ho mai avuto nulla contro i francesi e se scrivo sugli altri popoli, non è perchè sugli italiani non ho niente da dire, anzi se dovessi iniziare cominicerei da come tengono questo paese che già cosi sporco e decadente (vd palermo) è bellissimo, ma che se fossimo francesi sarebbe tutto un fiore!

    Comment di mela • 2 October 2006 15:53

  28.  MonsterID Icon

    Questo thread è perfetto per essere assunto a riprova della verità di tutte le sue versioni straniere in cui sono gli italiani ad essere denigrati. :-)

    E in effetti, ragazzi, solo noi italiani potemmo avere il coraggio di denigrare altri popoli “perché hanno rubato”. :-)
    E’ una cosa che mi fa morire!

    D’altro canto, è quasi incontestabile che siano gli italiani il popolo più sciovinista del mondo, quelli sempre pronti a dire quanto sono bravi, belli e intelligenti, e a trovare mille scuse quando le cose non funzionano, perché è sempre colpa degli altri: di Napoleone (nostro alleato, poi ripudiato), di Hitler (nostro alleato, poi ripudiato), del governo (votato sempre “dagli altri”).

    Immagino comunque che qui siamo tutti abbastanza intelligenti da capire il gioco faceto di Luca e non avere dubbi in merito al fatto che ogni popolo ha avuto e ha la sua brava dose di luci e ombre, a seconda dei contesti, delle epoche, degli ambiti. Non è mai esistita una società in cui tutti si comportano ed esprimono allo stesso modo, e un everyman in bombetta e ombrello non ha nulla da spartire con un punk, che non è proprio sinonimo di fierezza britannica.

    Aggiungo però qualche postilla al diverbio anglosassone fra Kotekino e Luca (il quale nella sua vita deve aver consumato e apprezzato più cultura anglosassone che cultura di qualunque altro popolo, a cominciare dai fumetti). Giusto per informazione:

    - i giudici inglesi non portano più la parrucca da un pezzo. In ogni caso ogni popolo ha i suoi fossili tradizionali, non c’è nulla di male. Almeno quella era una tradizione propria, non biecamente importata o supinamente copiata, come le divise scolastiche giapponesi o le nostre toghe da laurea.

    - La Camera dei Lord non ha quasi poteri, le leggi sono votate dalla Camera dei Comuni. In ogni caso, sono più pochi i rappresentanti della Camera dei Lord che esprimono la nobiltà su base ereditaria, sono quasi tutti eletti normalmente.

    - Se l’inglese non fosse una lingua pratica, non si sarebbe diffusa anche a zone su cui gli inglesi non hanno mai avuto egemonia.
    D’altro canto che sia “l’unica lingua al mondo che non ha una lettura univocamente determinata dalla grafia” è una grossa cazzata, come Luca sa benissimo quando non vuol fare il bastian contrario a tutti i costi. :-)

    - Roma batterà Parigi 6-0 nei sogni dei tifosi della lupa, forse. Roma non batte neanche Napoli, per quanto mi riguarda.

    - le chiese di cui parlava Kotekino suppongo fossero le cattedrali gotiche, che noi non abbiamo (con rare eccezioni minori di cui andiamo stupidamente fieri) perché il gotico fu un fatto nordeuropeo.

    - se il calcio è diventato uno sport preponderante che ha rotto i marroni a (quasi) tutti, la colpa è dei popoli latini che lo hanno reso un’isteria collettiva e monomaniacale, sostanzialmente perché erano troppo poveri per praticare sport che prevedessero attrezzature più complesse. D’altro canto, secondo molti (quasi tutti italiani) il calcio è un’invenzione toscana.

    La figura di Napoleone è molto simbolica del nostro modo, tutto parziale, di vedere le cose: quando si parla di “Napoleone, il dittatore e razziatore”, è francese; quando si parla di “Napoleone, il grande stratega e condottiero che ha segnato un’epoca”, è italiano (e in effetti italiano era a tutti gli effetti, la Corsica era passata sotto la Francia un anno prima della sua nascita e lui si è sempre sentito uno straniero).

    Per concludere, senza stare a tirare in ballo minchiatine tipo la famiglia reale (ma davvero a qualcuno sembra sensato usare le famiglie reali come metro di paragone?! Machissenefrega delle famiglie reali, andiamo!) o le auto di lusso (settore in cui sicuramente l’Italia si difende), ecco una lista di ciò che mi impedisce di non avere un moto di riconoscenza verso gli inglesi, sempre e comunque:

    - Alfred Hitchcock
    - Charles Chaplin
    - i Monty Python e Terry Gilliam
    - Douglas Adams e Terry Pratchett
    - Alan Moore e tutta la scuola inglese
    - praticamente tutta la musica leggera ascoltabile (incluso il metal) tranne il blues e la musica che ha copiato la musica inglese (l’attività dei cosiddetti “cantautori” non è qui contemplata, in quanto la considero un fatto prevalentemente letterario)

    Poi, c’è chi direbbe semplicemente che gli inglesi (e si badi che qui si sta parlando di *inglesi*, non di scozzesi o gallesi) meritano un posto nell’olimpo dell’umanità solo per il fatto di aver dato i natali a Shakespeare. Il che, effettivamente, potrebbe essere un argomento valido.

    Comment di Kumagoro • 2 October 2006 16:46

  29.  MonsterID Icon

    * i Monty Python e Terry Gilliam

    Terry Gilliam è americano. Questo errore invalida tutto il tuo discorso. Riprovaci.

    Comment di xx • 2 October 2006 17:07

  30.  MonsterID Icon

    >Un campionato dove si butta la palla in avanti sperando che qualcuno la butti dentro. Yawn.

    Hanno imparato dalla nazionale italiana o e’ vero il reciproco?

    Comment di Joril • 2 October 2006 19:06

  31.  MonsterID Icon

    E’ bello vedere come la discussione si sia infervorata e come ognuno, nel suo piccolo, è un po’ razzista.
    Comunque provate a lavorare per un po’ a stretto contatto con gli inglesi e vi renderete conto di quanto sono stupidamente rigidi, eccessivamente superbi (la loro considerazione per un qualsiasi altro popolo è pressoché nulla) e non sappiano mangiare. Se poi, per sbaglio, scriverete nell’ordine per il vostro nuovo bagno di montare il gabinetto a soffitto, state sicuri che l’idraulico inglese non ci penserà 2 minuti e lo farà!
    Ciononostante sono riusciti a contribuire in modo fondamentale alla nascita della musica leggera moderna.

    Comment di deedrew • 2 October 2006 21:48

  32.  MonsterID Icon

    Terry Gilliam ha preso la cittadinanza inglese da tempo (e si considera inglese da quando possiede raziocinio). Ciò conferma il mio discorso (qualunque cosa ciò significhi, visto che era solo una mia lista personale).

    Comment di Kumagoro • 3 October 2006 07:02

  33.  MonsterID Icon

    Ok, ok… non riesco a trattenermi….

    Sono ESTREMAMENTE razzista e gli inglesi (non i britannici, mi raccomando!!!), a parte aver dato i natali a una schiera di pregevoli musicisti (nel campo della musica leggera, come della classica) non hanno veramente diritto di parola…
    Nella loro squallida arroganza, un giorno (si parla di tanto tempo fa… onestamente non so quanto) che una tempesta aveva interrotto la navigazione sulla Manica, il Times aveva titolato a caratteri di scatola ‘IL CONTINENTE E’ ISOLATO!’. Ora…

    I ciucciabaguette hanno una spocchia che raggiunge livelli stratosferici e vorrei sapere a che titolo… non mi risulta che abbiano tutti questi gran pregi…

    I tedeschi non sono male… sara’ che li ho sempre conosciuti in ambito etilico, quindi il metro di giudizio mio e il comportamento loro non erano probabilmente coerenti con i reciproci standard (o forse si’? Mah!)

    Con gli Indiani ci ho lavorato un bel po’ e quindi ho un brutto rapporto anche con loro (saranno anche geni a livello informatico, ma quelli che ho beccato io avevano il cervello in travertino).

    Sugli americani preferisco non esprimermi… per me gli americani veri sono i pellerossa e per quella gente ho un sacco di stima… per quelli che sono venuti dopo (da qualunque parte siano arrivati… la zuppona di gente che hanno tirato fuori li ha ‘deliziosamente’ amalgamati…)… vabbeh…

    Gli altri popoli non li conosco piu` di tanto, quindi mi rifaccio tutto sommato ai commenti di XX che potrei condividere…

    Menzione speciale per la frase: ‘Però c’hanno i cartoni animati, hanno inventato il bukkake e alcune signorine dal muso giallo sono molto carine.’ Mi sono cappottato dal ridere.. .la migliore affermazione razzista di sempre!!! Grande!

    Comment di Botty • 3 October 2006 09:29

  34.  MonsterID Icon

    Mi sono appena reso conto che circa la meta` dei commenti su questo sito sono scritti da dei bauscia mangiapolenta e ciuccianebbia.

    Che schifo, me ne vado!

    Comment di Carlo • 3 October 2006 10:10

  35.  MonsterID Icon

    Botty, guarda che quella del continente isolato è una barzelletta. :-)

    Carlo, hai perfettamente ragione, condivido il tuo disgusto, ma bisogna essere tolleranti. In fondo è gente orgogliosa di vivere nella più brutta città d’Italia!

    Qui come razzisti siete tutti pusillanimi, comunque: non ho ancora visto commenti su negri, ebrei e arabi. Comoda prendersela con gli inglesi, eh? :P

    Comment di Kumagoro • 3 October 2006 11:04

  36.  MonsterID Icon

    Mi chiedevo quanto tempo c’avrebbe messo qualcuno a notare che in un post intitolato “razzismo” ho accuratamente evitato le vittime più comuni: ebrei, arabi, africani e cinesi. Rimediamo subito: gli ebrei sono tirchi, gli arabi tutti terroristi, i negri puzzano e i cinesi sono bastardi che ci rubano il lavoro. Oh, è scientificamente provato!

    Comment di xx • 3 October 2006 11:08

  37.  MonsterID Icon

    bauscia mangiapolenta e ciuccianebbia a chi? A parte che la nebbia ormai è solo un ricordo… ok, se si va in riva al Ticino, forse abbiamo ancora la speranza di vederla, ma con tutto l’asfalto che c’è, da dove vuoi che trasudi la nebbia? E la polenta la si mangia anche altrove, vedi nella toscanissima Garfagnana.
    Poi, noi ci inventiamo razzismi nuovi, all’avanguardia. Certe cose sono ormai superate! (povera me… tanto lo so che sarò tra le prime a essere deportata..)

    Comment di Chicca • 3 October 2006 11:24

  38.  MonsterID Icon

    Per concludere (spero) questo thread maratona, il razzismo nasce dalla paura (come ci spiega anche Michael Moore in “Bowling a Columbine”).
    La paura è il sintomo di un complesso di inferiorità. Chi si sente inferiore è un debole. E i deboli andrebbero eliminati, per creare un mondo migliore, secondo la prospettiva drastica abbracciata da chi è incline al razzismo.
    Ergo, gli unici che meritano di subire discriminazioni razziste sono i razzisti stessi. Siano dunque tutti deportati e tramutati in sapone dai metarazzisti.

    Comment di Kumagoro • 3 October 2006 11:44

  39.  MonsterID Icon

    Kumagoro: nulla contro di te, mai! e infatti sono d’accordo che il razzismo possa nascere anche dalla paura, ma per il solo fatto che sia Moore a dirlo, ora penso esattamente il contrario!

    Carlo: ma ora ho capito chi sei… il mitico Carlo! abbiamo passato l’ultimo dell’anno insieme e abbiamo concluso la notte/mattina a lanciarci mandarini a Portofino io, te, Paola e Pietro in compagnia di una sana boccia di rhum… grande Carlo!!!

    Comment di Jack • 3 October 2006 14:11

  40.  MonsterID Icon

    Jack: finalmente ci sei arrivato!

    Kuma: D’altra parte io odio solo tre categorie di persone: razzisti, negri ed ebrei.

    Comment di Carlo • 3 October 2006 16:12

  41.  MonsterID Icon

    Chissà perchè vi siete fermati alla mia tirata sugli inglesi. Forse perchè il mio post era eccessivamente pomposo (come spesso accade) e, quindi, noioso.

    Comunque concordo sulla lista redatta da kumagoro a proposito dei motivi che presuppogono eterna riconoscenza ai sudditi di sua maestà (e comunque, sì, mi riferivo alle grandi cattedrali gotiche)

    Kuma: io sono profondamente monarchico (se qualcuno fraintende o me lo chiede esplicitamente spiegherò perchè; viceversa no, perchè è spiegazione lunga e noiosa), quindi le famiglie reali hanno una grandissima rilevanza ;)

    Xx: mica mi infervoro più di tanto, tu sai che sembro infervorato anche quando parlo della circonferenza dei fagioli borlotti.

    Comunque è curioso che le più acute e bizzarre forme di razzismo manifestate dalle persone “per bene” non siano ovviamente dirette verso lo stupido stereotipo del classico contrasto razziale (negri, ebrei, arabi, etc..) bensì verso i propri civilissimi vicini di casa. Il genovese odia sempre il savonese. Quello della Valtellina detesta quello appena sotto della Val Brembana. Quelli di p.zza Palermo (GE) farebbero volentieri a pezzi quelli di p.zza Paolo Da Novi (GE). Non so se sia paura questa, sembra piuttosto solo incapacità di osservarsi con il dovuto spirito autocritico + una simpatica dose di provincialismo.

    Comment di kotekino • 3 October 2006 16:51

  42.  MonsterID Icon

    X Carlo: al massimo ‘besugo mangiatrofie’ ;)

    X Kuma: Una barzelletta??? Ci sono cascato come un pesce!! (pero’ poteva essere, conoscendoli…)

    X Chicca: sono d’accordissimo con te… troppo sfruttato il razzismo standard… e` ora di spostare il bersaglio!!

    X kotekino: Ebbene si`, campanile forever!!! Per capirci noi di Sestri Ponente (delegazione di Genova, per i non introdotti… ;)) non diciamo “andiamo in centro”, ma “andiamo a Genova”, quando usciamo dal nostro paesello… :). Ah… “per bene” a chi?? :D

    Comment di Botty • 3 October 2006 17:17

  43.  MonsterID Icon

    Però razzismo e campanilismo non sono la stessa cosa: i paeselli che si detestano e si fanno la guerra non necessariamente riconoscono fra di loro diversità etniche e raggruppamenti razziali, o le sfruttano per denigrare l’avversario. Spesso si odiano e basta. Potrebbero anche essere parenti. Spesso lo sono (del resto, è tra parenti che ci si odia di più).

    Altra distinzione da fare è quella fra gelosia/invidia e paura. Anch’essi concetti non necessariamente collegati.
    La paura della diversità è alla radice di moltissimi comportamenti umani. Lo “straniero” è tutto ciò che non fa parte del proprio microcosmo, che può essere piccolo come una famiglia o ampio come una nazione o un’etnia. A seconda di dove si pongono le frontiere.

    Comunque io odio i razzisti, i metarazzisti, i metametarazzisti, ma non i metametametarazzisti. Quelli vanno bene e li appoggio. Un giorno ripuliranno il mondo con il loro metametametafuoco purificatore.

    Comment di Kumagoro • 4 October 2006 00:27

  44.  MonsterID Icon

    Carlo: non si dice “negri”, si dice “scimmie da portico”.

    Comment di Kumagoro • 4 October 2006 00:34

  45.  MonsterID Icon

    Kuma: consentimi di dissentire sul concetto di raggruppamento razziale. Razzialmente parlando l’uomo è uno (sapiens) e c’è più differenza genetica tra gatto domestico e un gatto selvatico che tra un olandese biondo e con gli occhi azzurri e un aborigeno australiano. Si evince che il razzismo e il campanilismo sono la stessa identica cosa, poichè si basano non sulla genetica bensì solo sulle differenze abitudinali/culturali/sociali (noi di p.zza Palermo facciamo colazione con le brioches calde e siamo tosti, quelli di p.zza Paolo da Novi no e sono sfigati). L’uomo della strada (indoeuropeo) “odia l’arabo” mica perchè è leggermente diverso da lui (semita), ma perchè teme che prima o poi lo faccia saltare per aria in nome di Allah (e questa è una tipica differenza culturale)

    Comment di kotekino • 4 October 2006 14:45

  46.  MonsterID Icon

    E allora noi che a Sestri facciamo colazione con focaccia e vino bianco come in porto? ;)

    Comment di Botty • 4 October 2006 16:33

  47.  MonsterID Icon

    Propongo un gemellaggio P.zza Palermo – Sestri, alla faccia di tutti gli altri popoli inferiori… ;)

    Comment di kotekino • 4 October 2006 17:23

  48.  MonsterID Icon

    Kotekino: nel tuo commento n. 45 ci sono alcuni dettagli che non mi quadrano. Innanzitutto la spiegazione genetica non quadra. Sappiamo che il patrimonio genetico dell’uomo è sorprendentemente uniforme (e uguale al 99% a quello degli Angeli!), ma ciò non implica che tutti gli uomini appaiano uguali. E visto che non ha senso essere razzisti con altre specie (cioè “specisti”), si giudica il diverso in base all’aspetto. E l’aborigeno è tanto, tanto diverso dall’olandese. Inoltre la questione della “paura” secondo è vera solo in parte. Vale per l’arabo, è stata valida in alcune fasi storiche per gli ebrei (ma non oggi in Italia) ma non vale per i neri. Lì è una semplice, incomprensibile, sensazione di superiorità dell’uomo bianco. E pensare che le banane di cui si cibano le scimmie da portico sono un cibo nutriente e ricco di potassio!
    (uè, ora basta! commentatemi qualche altro post, c’è Lucy che è triste perché nessuno la caga)

    Comment di xx • 4 October 2006 17:41

  49.  MonsterID Icon

    si sente puzza di pesce, c’avete il mare inquinato… =)

    Comment di golosino • 5 October 2006 14:20

  50.  MonsterID Icon

    E l’alga tossica… ;)

    Comment di Chicca • 5 October 2006 14:56

  51.  MonsterID Icon

    E allora perche’.. PERCHE’ a cadenze piu’ o meno regolari continuate a calare in Liguria a orde che Attila e i suoi in confronto sembravano un asilo nido svizzero in gita scolastica??? ;-p

    Comment di Botty • 5 October 2006 16:34

  52.  MonsterID Icon

    Vedi Botty, io che sono genovese di inequivocabili origini valtellinesi pur guardandoli da ambo i lati (sopra e sotto) continuo a considerare i cari amici milanesi sempre e comunque… intrusi ;) (e vai col campanilismo più bieco)

    Comment di kotekino • 5 October 2006 18:57

  53.  MonsterID Icon

    Perchè mi ivitano. Ma continuo a preferire la Toscana! :)
    (ricordate: madre viareggina, padre cervese… Tirreno e adriatico nella peggiore mescolanza possibile).
    Che in fatto di campanili non si fa battere da nessuno, tiè!

    Comment di Chicca • 6 October 2006 12:02

  54.  MonsterID Icon

    Perchè altrimenti come fate a campare? :P

    Comment di deedrew • 8 October 2006 17:29

  55.  MonsterID Icon

    perché per andare a fare il bagno in acque decenti ci toccherebbero ogni volta 8 ore di macchina.. ;-p

    Comment di golosino • 11 October 2006 11:39

  56.  MonsterID Icon

    Golo, stai dunque ritrattando la tua precedente affermazione di cui al commento 49, oppure e` che proprio ti piace il mare inquinato ed e’ quello che consideri un’acqua decente?
    Perche’ se e’ cosi’, basta che me lo dici e ho una lista di spiaggette mica male (che tra l’altro ti aiuterebbero a risparmiare sulla bolletta della luce, perche’ torneresti a casa fosforescente… );-p

    Comment di Botty • 11 October 2006 12:19

  57.  MonsterID Icon

    XX: La superiorità dell’uomo bianco non è che sia proprio incomprensibile, la differenza di conseguimenti sociali e tecnologici fra gli africani e gli europei ai tempi dello schiavismo era abbastanza evidente, e poteva giustificare qualche giudizio un po’ drastico. Ma lo schiavismo in sé non era razzismo (ci fossero stati dei bianchi in Africa li avrebbero catturati e deportati lo stesso), il razzismo è venuto dopo, come conseguenza della vicinanza forzata. E credo che a livello psicologico la paura del diverso (e ovviamente l’uomo comune si basa su ciò che vede con gli occhi, Kotekino, non è in grado di misurare le differenze genetiche!) sia alla base di ogni tipo di discriminazione, anche quelle che hanno motivazioni culturali molto forti. La violenza e la sopraffazione intervengono poi soltanto laddove ci sia un equilibrio di forze che lo consente (il forte sul debole, il privilegiato in minoranza sul reietto in maggioranza, due gruppi in competizione per un solo tipo di risorse, eccetera), rendendo via via il rapporto sempre più destabilizzato ed esplosivo.
    Il passaggio è questo: io vedo la tua faccia e non riconosco la mia; questo mi spaventa; per vincere la paura devo “disinnescare” il tuo potenziale e considerarti inferiore; per farlo, dovrò addossarti colpe e difetti fisici e morali in abbondanza. Il concetto di “faccia” talvolta può anche essere metaforico e riferirsi agli usi, come è stato detto: io vedo che tu non adori il crocefisso, questo mi fa ancora più paura perché la mia religione mi dice che adorare altro dal crocefisso è una cosa malvagia e propria di esseri impuri e demoniaci. Eccetera.
    Il bello è che questo tipo di passaggi, a livello subliminale, ha luogo in qualunque individuo: è solo la cultura che ci aiuta a vincere questa paura e anzi magari a trasformarla nel suo opposto.
    Tranne che nei confronti dei milanesi, naturalmente. La sapete quella del milanese e della scimmia di mare? Allora, ci sono un milanese, un criceto e una scimmia di mare che devono decidere dove andare a fare il bagno…

    Comment di Kumagoro • 11 October 2006 12:51

  58.  MonsterID Icon

    no botty… intendevo che se vogliamo trovare un mare pulito dobbiamo farci un sacco di strada, tipo arrivare in puglia. se invece ci accontentiamo di mare sozzo e inquinato, la liguria, che è a 2 passi, va benissimo.
    precisato ciò, io in realtà amo la liguria e mi piace un sacchissimo e nel mare ligure ci faccio il bagno ben volentieri (anche se ogni tanto l’acqua un po’ sporchetta lo è… ;) )

    Comment di golosino • 11 October 2006 14:01

  59.  MonsterID Icon

    Golosino, mi sa che ti devi leggere un po’ meglio i report annuali degli organismi europei di controllo della salute marina e relative assegnazioni di bandiere blu e affini: l’acqua in Puglia è abbastanza tremenda (quasi sempre in fondo alla classifica), mentre la Liguria è sempre fra le prime regioni per numero e qualità dei siti marini.

    Comment di Kumagoro • 11 October 2006 14:56

  60.  MonsterID Icon

    nella mia esperienza personale, in Puglia ho trovato sempre il mare pulito.
    poi, la mia esperienza personale è limitata, ma mi basta a dire che (personalmente, ci mancherebbe) preferisco il mare pugliese a quello ligure.
    peccato solo sia a otto ore di distanza… ;)

    Comment di golosino • 11 October 2006 15:23

  61.  MonsterID Icon

    Pertanto, per tagliar la testa al toro (che tanto, poi, ne viene un roastbeef molto buono) dall’anno prossimo tutti in riviera romagnola!

    Comment di Chicca • 11 October 2006 16:15

  62.  MonsterID Icon

    Ah, golo, se la tua percezione della liguria si limita a santa margherita, capisco perché hai sempre trovato mare inquinato.

    Posti belli e puliti ce ne sono anche in liguria, ma non sono di sicuro a santa :)

    Comment di Carlo • 11 October 2006 21:06

  63.  MonsterID Icon

    no, ho avuto la fortuna di poterla girare un po’, la liguria…

    Comment di golosino • 12 October 2006 09:38

  64.  MonsterID Icon

    sembra che i liguri si siano sentiti punti sul vivo dal mio commento ;)

    Comment di golosino • 12 October 2006 09:40

  65.  MonsterID Icon

    Detto in poche parole il razzismo è una specie di negatività psicologica che l’uomo ha bisogno di scaricare su un gruppo di persone. Se questa negatività non viene scaricata va a finire che si trasforma in insicurezza (e questo non ci piace). Così per evitare di diventare insicuri, preferiamo fare sentire qualcun’altro così al posto nostro. Lo so la vita é crudele, poiche la nostra unica difesa è l’odio.

    Comment di Punto di domanda? • 24 November 2006 10:53

  66.  MonsterID Icon

    PdD? : dimentichi l’indifferenza.

    Comment di Chicca • 24 November 2006 12:27

  67.  MonsterID Icon

    L’indifferenza è la peggiore forma di odio.

    Comment di Kumagoro • 26 November 2006 20:39

  68.  MonsterID Icon

    E’ una contraddizione in termini.

    Comment di Chicca • 27 November 2006 09:51

  69.  MonsterID Icon

    In un’assemblea di classe in seconda liceo si discusse a lungo se era meglio l’odio o l’indifferenza. Concludemmo che era meglio l’odio, ma avevamo quindici anni e la discussione ci pareva interessante.

    Comment di xx • 28 November 2006 12:40

  70.  MonsterID Icon

    Chicca: è una contraddizione solo apparente. Finché ami qualcosa, non mostrerai mai indifferenza per essa. Quando odi qualcosa, arriverai a provare odio manifesto fintanto che esiste in te una minima traccia d’amore per quella cosa (ci sarà quindi in te un misto di vari gradi di attrazione e repulsione, ovvero di sentimenti positivi e negativi, in senso anche catulliano). Quando il tuo odio raggiunge il livello massimo, ecco che scatta l’indifferenza, che non è la neutralità nei confronti dell’oggetto (quello è piuttosto l’equilibrio perfetto di amore ed odio), bensì la capacità automatica di escluderlo totalmente dalla propria sfera di sentimenti.

    Comment di Kumagoro • 29 November 2006 22:33

  71.  MonsterID Icon

    Ed è proprio quello che avevamo concluso in quell’assemblea di classe, seppure con maggior sintesi. ;)

    Comment di xx • 30 November 2006 09:04

  72.  MonsterID Icon

    Non sono d’accordo. Per me, quindi sottolineo il mio personalissimo punto di vista, “indifferenza” è quando ritengo una persona non sufficientemente interessante o rilevante. Ciò non esclude che io possa essere cortese e interagire con essa. Mentre invece per te / voi “indifferenza”, se ho inteso correttamente il tuo/vostro punto di vista, mi pare sia un “odio talmente questa persona da far finta che non esista”. E’ un fare finta, che altro non è che ergere una barriera a difesa di se stessi.
    Ora, non nego che anche a me è capitato di tagliar fuori dalla mia vita alcune persone con un iter che è cominciato con rabbia, ha proseguito con delusione per terminare, via via che i sentimenti si sono sbiaditi col tempo, con oblio (ciò non toglie che quando ricordo queste persone, ho sempre una vena di amarezza). Ma si è trattato di un percorso di crescita naturale, in cui si giunge ad accettare la prassi di perdere e trovare le persone sulla propria strada.
    Io credo che odio e indifferenza non si sfiorino neanche, a meno che non vengano confusi per quel tratto comune che hanno: la superbia.

    Comment di Chicca • 30 November 2006 11:28

  73.  MonsterID Icon

    sono d’accordo con Chicca.

    Comment di golosino • 30 November 2006 11:45

  74.  MonsterID Icon

    Kuma: Catullo era frocio.

    (Ehi, questo tipo di razzismo ancora mancava al thread!)

    Comment di Carlo • 30 November 2006 16:32

  75.  MonsterID Icon

    Ma Catullo non era quello che amava Lesbia /Clodia?

    Comment di Chicca • 1 December 2006 12:05

  76.  MonsterID Icon

    Vabbe`, dai. Bisex.

    Comment di Carlo • 1 December 2006 14:55

  77.  MonsterID Icon

    Chicca: no, “far finta che una persona non esista” non è indifferenza, è odio mascherato. Se fingi di ignorarla, significa che in realtà tu sai che esiste, e ti costringi a comportarti in un certo modo. Quindi ancora provi amore.
    L’indifferenza, invece, è oltre l’odio (la mia prima asserzione era erronea, l’avevo messa giù così per motivi di effetto estetico), perché quando odi qualcuno vuol dire che un po’ ti interessa, che un po’ consideri la sua esistenza importante. A quelli che ti sono spontaneamente invisibili, offri la peggior punizione possibile, la più spietata.
    Perché superbia, comunque? L’indifferenza nasce dall’egoismo; l’odio invece è vitale, è una forma di comunicazione, di affermazione dell’esistenza propria e altrui: la differenza la fa la capacità, propria delle creature più civilizzate, di incanalare l’odio in forme non distruttive e che non ledano la libertà altrui.

    Comment di Kumagoro • 1 December 2006 17:09

  78.  MonsterID Icon

    Carlo: all’epoca di Catullo l’amore riguardava due persone, a prescindere dal sesso, non era legato alla necessità di una corrispondenza fisica procreativa. La prossima volta che ci vediamo da soli, te lo spiego meglio. :P

    Comment di Kumagoro • 1 December 2006 17:11

  79.  MonsterID Icon

    Kuma, all’improvviso ho un altro impegno per stasera.

    Comment di Carlo • 4 December 2006 09:37

  80.  MonsterID Icon

    Cito Kuma:
    E’ quello che sostenevo io, solo che lo vedevo da un altro punto di vista: autodifesa. Che sia autodifesa dal residuo d’amore o dal disprezzo, poco importa. Il fatto che poi tu vada oltre l’odio ed elimini la persona odiata dalla tua vita, conferma l’autodifesa: rimuovi la persona e l’idea di essa per paura dei sentimenti.
    Ribadisco che, per me, l’indifferenza pura è distinta dall’odio. E’ proprio non avere percezione del valore delle persone. Non accorgersene neanche. Non aver mai e poi mai provato alcun tipo di sentimento per esse. E’ la pura freddezza. Il che non vuol dire che la presona che prova indifferenza sia persona fredda. Sicuramente ha sentimenti, che però indirizza altrove, laddove vede qualcosa degno per lui/lei di attenzione.
    E la superbia… L’indifferenza, sempre per me e quindi secondo il mio sentire e il mio ragionamento, è dettata anche dalla superbia: in quanto non vedi ciò che non è alla tua altezza, o anche sopra o sotto di te. Non vedi proprio (anche se spesso potrebbe essere intesa come incoscienza). Questa è superbia.
    Come superbia è il lento autoconvincimento che una persona prima amata, poi odiata e ancora amata, non è degna del nostro interesse… e questa, è una superbia cosciente, che ci permette di cavarne fuori le gambe.
    L’odio invece… sì è vitale: rientra nel ciclo creazione – preservazione – distruzione.. Trimurti docet.

    Comment di Chicca • 5 December 2006 12:02

  81.  MonsterID Icon

    Chicca: quello della superbia è un caso particolare anche nella tua concezione di indifferenza, puoi non avere percezione degli altri per dissociazione dal mondo, per depressione, per varie forme di incapacità di interazione che non hanno nulla a che fare con la superbia. E d’altro canto un superbo può invece avere molta voglia di entrare in contatto con gli altri ma fallire per via della sua superbia che lo colloca sempre al di sopra del suo prossimo (o magari una serie di contatti con persone realmente inferiori a lui non hanno fatto che alimentare la sua superbia, senza però renderlo indifferente, perché al superbo piace sentirsi superiore al suo prossimo. Talvolta anzi ne ha bisogno, perché una parte di lui dubita della sua superiorità e deve sempre esserne rassicurata. Tutto ciò contrasta con l’indifferenza).

    Diciamo che la concezione di indifferenza che ho finora propugnato (anche un po’ per gusto di conversazione, diciamolo), stabilisce che l’indifferente (per patologia mentale, non organica, ovviamente) rappresenta il superamento dell’odio potenziale per ogni altro singolo essere vivente e per l’umanità in generale. E’ quindi in questo senso l’incarnazione della massima punizione che sia comminabile al creato.
    Quindi, sì, l’indifferente supremo non è altri che Dio.

    Comment di Kumagoro • 5 December 2006 15:58

  82.  MonsterID Icon

    “Quindi, sì, l’indifferente supremo non è altri che Dio.”
    O Buddha, l’illuminato.

    Comment di Chicca • 5 December 2006 17:39

  83.  MonsterID Icon

    Giusto. Ho sempre pensato che Buddha fosse un po’ malvagio, sotto sotto.

    Comment di Kumagoro • 5 December 2006 18:10

  84.  MonsterID Icon

    solo i tedeschi e gli olandesi hanno inventato qualcosa nel 900?
    Enrico fermi ( italiano) ha inventato il reattore nucleare, meucci il telefono ( e non bell), marconi la radio, volta la lampadina.
    e noi saremmo gli unici pirla del mondo, terzomondo in europa?

    Comment di Sardanpopoli • 5 February 2007 21:18

  85.  MonsterID Icon

    Ciao io sono max, viaggio molto all’ estero per lavoro e mi aggiungo ai commenti mettendo il mio parere a fianco, + qualche aggiunta di altri popoli. oper certi paesei come Austria il giudizio è coindizionato, dato che per quelli che vengono da Trieste coome me, gli austriaci hanno sempre un occhio di riguardo essendo stati parte dell’ impero per 700 anni fino a 80 anni fa.

    Inglesi mangiano certamente male, le ragazze se sono belle lo sono davvero. Hanno un grande pergio : l’innovazione, comunque ci provano, hanno birre eccezionali senza dimenticarne la musica pop. Senso civico molto radicato, questo basta per tutto.

    Gli svizzeri hanno la puzza sotto il naso, di svizzeri doc nn so dove trovarne.

    I giapponesi non mi piacciono perché sono piccoli e sgraziati. alcune signorine sono molto carine, e dagli inglesi hanno preso la propensione per l’ innovazione.

    I francesi, amano la cultura molto più che in Italia, hanno una lingua ridicola,mangiano fegati d’oca e lumache, e la nouvelle cousine… bleah

    I greci mi sono simpatici perché sono rumorosi e ti accolgono sempre a braccia aperte. Poi, appena abbassi la guardia, te lo mettono nel culo. Cucina greca meglio di qulla francese

    Austriaci : a differenza dei loro cugini tedeschi, sono cattolici e più vicini all’ Italia. sostanzialemte amichevoli.

    I tedeschi hanno molta cultura, la musica classica è nata lì, bevono bene che è in sintonia coi miei gusti. Mi sa che mi tocca andare in Germania.

    I neozelandesi ne so poco, molta gente delle mie parti è andata a viverci lì 50 anni fa e si trovano bene ed hanno avuto successo

    Australia : idem della NZL, ma leggermente + British

    I brasiliani mi sembrano un po’ fessi perché cantano e ballano e fanno capoeira e poi c’hanno le favelas.

    Gli irlandesi hanno paesaggi belli, birra ( STOUT) buona e ragazze belle. Non dite mai u un irlandese che sotto sotto è inglese, ne va della Vs incolumità. Sono molto socievoli, mangiano meglio degli inglesi, cultura Gaelica ( irlandese) molto radicata soprattutto fuori città.

    Gli indiani : che duire un popolo che nel 2000 ha ancora la suddivisione a caste..

    Gli spagnoli mi sono simpatici perché sono tutti terroni, anche quelli che vivono a nord.

    Gli americani : esistono gli americani ? sono il risultato di un melting pot ( fusione sociale) unico al mondo, nato dall’ esilio, come in Australia, di tutti i carcerati e avventurieri dì Inghilterra, Francia e olanda .

    Sloveni : convinti d’essere importanti, hanno la puzza sotto al naso e copiano in tutto e per tutto gli austriaci e noi italiani.

    Comment di massits • 18 February 2007 12:18

  86.  MonsterID Icon

    Massits: il tuo mischione di commenti tuoi e brani dell’originale post di Luca è quasi affascinante, se non fosse quasi del tutto indistricabile. Comunque non sono sicuro che le lumache (che poi in realtà sono le chiocciole, le lumache non si mangiano) siano un piatto d’origine francese, e di sicuro non è esclusivo dato che si mangiano molto anche in Italia, sia al nord che al centro-sud (qui in Liguria è parecchio diffusa la gastronomia relativa, dato che la nostra terra dà i natali a una delle specie più prelibate, la Helix Aspersa); esistono associazioni italiane di elicicultori e parecchi allevamenti un po’ in tutta la penisola. Non direi che sia poi tanto diverso che mangiare ostriche o altri molluschi polposi. Nella cucina italiana si fa ben di peggio, se pensi a cosa significa mangiare trippa e interiora, di cui molti vanno ghiotti.

    Comment di Kumagoro • 19 February 2007 12:28

  87.  MonsterID Icon

    Suppongo che Massits (hai qualcosa a che fare con Max, l’ipergallo più sting?) abbia lasciato le parti su cui era d’accordo.

    E’ pur vero che la nouvelle cuisine è stata inventata in Francia, ma non credo che sia un granché diffusa. Nei ristoranti c’è sempre il gusto della decorazione dei piatti, ma le porzioni di solito sono umane.

    Indiani: ma ce l’hanno istituzionalizzata o solo come consuetudine? Perché, nel secondo caso, spesso il resto del mondo non è molto diverso.

    Interessante comunque la comunanza culturale con l’Austria che si intuisce esserci dalle tue parti. Ecco, devo anche vedere Trieste.

    Comment di xx • 19 February 2007 14:06

  88.  MonsterID Icon

    Kuma: ok, ok. Però le lumache, che ho assaggiato più volte, fanno proprio schifo. :)

    Comment di xx • 19 February 2007 14:08

  89.  MonsterID Icon

    Sugli indiani hai proprio ragione, istituzionalizzata o no. Anzi, se è ancora istituzionalizzata, significa solo che sono meno ipocriti di noi.
    Nelle mie avventure nella Venezia-Giulia, appresi che molte famiglie (tra cui quella di una nostra comune conoscente di quei luoghi) tengono in casa ritratti di Francesco Giuseppe, venerato come il vero e unico sovrano a cui riconoscere fedeltà. I nomi più diffusi sono ancora asburgici (non ho mai conosciuto nessuno fuori da quei luoghi che abbia battezzato sua figlia “Sissi”). Ma come biasimarli? Anch’io preferirei essere governato da Vienna, attualmente!
    Trieste, fra l’altro, è una città bellissima, una delle poche in cui un genovese non si sente soffocato (è in discesa sul mare). Però è molto più austera, più composta e razionale, a tratti un po’ cupa. Molto affascinante.

    Comment di Kumagoro • 19 February 2007 16:42

  90.  MonsterID Icon

    Ma infatti anche le ostriche fanno schifo.

    Comment di Kumagoro • 19 February 2007 16:43

  91.  MonsterID Icon

    Metto le mani avanti: non dite cattiverie sulle capesante.

    Comment di Joril • 19 February 2007 20:06

  92.  MonsterID Icon

    Molto buone le capesante. Invece non mi piacciono gli spinaci.

    Comment di xx • 20 February 2007 10:52

  93.  MonsterID Icon

    I molluschi sono un prodotto del maligno e non vanno assolutamente mangiati.

    Comment di deedrew • 21 February 2007 00:27

  94.  MonsterID Icon

    Buoni i molluschi. Ma gli spinaci no, quelli son proprio cattivi.

    Comment di xx • 21 February 2007 14:33

  95.  MonsterID Icon

    In qualsiasi forma? Chesso’, risotto agli spinaci?

    Comment di Joril • 21 February 2007 20:09

  96.  MonsterID Icon

    COMMENTO AI COMMENTI:

    MA QUANTI COMMENTI AVETE FATTO?
    ps. x me nn è giusto generalizzare: ognuno, qualsiasi sia la nazione, è come è!

    Comment di l • 5 May 2007 18:30

  97.  MonsterID Icon

    I: Abbiamo fatto 97 commenti. Puoi leggerlo a lato del mio posto (finalmente lo vedo anch’io).
    Comunque anche la tua è una generalizzazione. In ogni nazione c’è sempre almeno qualcuno che è come qualcun altro.

    Comment di Kumagoro • 5 May 2007 18:41

  98.  MonsterID Icon

    il razzismo è una cs orrenda e dobbiamo imparare a sconfiggere questa forma di violenza iniziando dalòle piccole cs !!!!!

    Comment di lo so lo so ke la vita è bella !!11 • 11 May 2007 19:56

  99.  MonsterID Icon

    Che belle parole.. (Ma soprattutto, che bell’avatar!!11)

    Comment di Joril • 11 May 2007 20:59

  100.  MonsterID Icon

    I molluschi sono buoni. Cotti. Anche i calamari. Non fate mai l’errore di ordinare sashimi di calamaro, vi rovinerebbe il pranzo. (ok, e ora che sono 100 ho vinto qualche cosa?)

    Comment di Garion • 12 May 2007 00:42

  101.  MonsterID Icon

    Garion: Non hai vinto niente.
    Io sono per il sushi/sashimi come eccezione alla regola che prevede il pesce cotto. Quindi, una volta ogni tanto, ma senza esagerare. Questo per dire che non mi sognerei mai di mangiare il calamaro crudo…ma grazie per il consiglio, comunque.

    Joril: sì, il mostrillo di “lo so lo so ke la vita è bella !!11″ è in effetti uno dei migliori finora generati. E non credo che nessuno sarebbe mai riusciuto ad immaginarsi una combinazione di caratteri tale da farlo uscire. Grazie, lo so lo so ke la vita è bella !!11, sei stata preziosa! (mi sa che è una ragazza, a naso)

    Comment di xx • 15 May 2007 12:48

  102.  MonsterID Icon

    ma sto thread è come il “Succhia succhia che mai si consuma” di Willy Wonka!

    Comment di golosino • 15 May 2007 15:06

  103.  MonsterID Icon

    Si esaurirà quando non ci sarà più razzismo al mondo. Date retta a lo so lo so ke la vita è bella!!11 e sconfiggiamo questa forma di violenza.

    Comment di xx • 15 May 2007 15:40

  104.  MonsterID Icon

    Si`, dai… possiamo iniziare dalòle piccole cs !!!!!

    Comment di Botty • 15 May 2007 17:10

  105.  MonsterID Icon

    Tanto per iniziare dalle piccole cose, io inizierei con l’imparare l’ortografia. Non sembra, ma c’è gente che diventa subito razzista per queste cose. Io, ad esempio.

    Comment di Kumagoro • 17 May 2007 19:06

  106.  MonsterID Icon

    Kuma: xchè?

    Comment di Joril • 17 May 2007 20:40

  107.  MonsterID Icon

    (Ok era banale, chiedo venia..)

    Comment di Joril • 17 May 2007 20:41

  108.  MonsterID Icon

    Ho visto solo oggi questo sito. Mi meraviglia che parliate praticamente solo di inglesi e di americani, dicendo valanghe di cazzate di entrambi i predetti popoli.

    Comment di edoard2 • 30 October 2007 20:46

  109.  MonsterID Icon

    Io mi meraviglio che tu ti meravigli che qua si sparino valanghe di cazzate. Mi ritengo offeso da questo tuo intervento.

    Comment di xx • 31 October 2007 08:27

  110.  MonsterID Icon

    Ma avrà dato un’occhiata al sito completo o solo a questo thread?

    Comment di deedrew • 31 October 2007 11:18

  111.  MonsterID Icon

    E vai! Allunghiamo i commenti di questo glorioso post. Edoardo II i giudizi dovrebbero essere sempre accompagnati da argomentazioni: siamo tutti curiosi di sapere come confuti il migliaio di autorevoli tesi presenti in questa utilissima lenzuolata di commenti, senza limitarti a liquidarle in blocco semplicemente come “cazzate” (meravigliandotene). Ad esempio ti vorrei vedere alle prese con l’affermazione contenuta nel commento seguente, scelto a caso:

    i mangialumache hanno perso la coppa del mondo quindi devono solo sucare
    Commento di golosino • 30 Settembre 2006 19:51

    Comment di kotekino • 1 November 2007 10:02

  112.  MonsterID Icon

    Esso è una stronzata perché:
    - i francesi hanno un’ottima cucina, che fa uso anche delle lumache. Eppure non tutti i francesi mangiano lumache, e non solo i francesi le mangiano. Quindi, è una stronzata stabilire che i francesi sono mangialumache.
    - i francesi hanno perso la coppa del mondo di calcio 2006, è vero, ma ne hanno vinto un’altra e hanno vinto coppe del mondo in altri sport.
    - la conseguenza logica “quindi” è assolutamente arbitraria. Inoltre l’omofobia dell’espressione “devono solo sucare” è rivoltante.

    Cattivo, golosino.

    Comment di xx • 6 November 2007 13:27

  113.  MonsterID Icon

    [...] permetto di segnalare un gruppo inglese che ho appena ascoltato alla radio (kink-fm, internet radio olandese): sono i Chikinki che, a [...]

    Pingback di Pout Pourri #1 « Crossblogging • 21 February 2008 13:45

  114.  MonsterID Icon

    Certi ragionamenti io non li ho capiti sai? e poi mi sembri che scrivi come un bambino delle elementari……
    chi cavolo ti ha detto che gli inglesi sono tutti brutti? i belli ci sono anche la.
    secondo te i giapponesi sono buffi per via del loro sistema di mangiare con le bacchette? forse più peril loro aspetto fisico
    i francesi li rispetti perché si possono permettersi di guardarci dall’ alto verso il basso? con quale diritto?
    hai le idee confuse ragazzo

    Comment di Mirko • 9 April 2008 20:02

  115.  MonsterID Icon

    Ovviamente non posso che unirmi ad ogni singolo commento che intervenga a stigmatizzare certi comportamenti inaccettabili che noto essere – con grande rammarico – piuttosto frequesti su codesto sito.

    Comment di Joril • 9 April 2008 20:56

  116.  MonsterID Icon

    Sono completamente d’accordo con Joril e, di riflesso, con Mirko, quindi faccio marcia indietro dichiarando ufficialmente che:

    - Ci sono dei belli in Gran Bretagna. Inoltre lì si mangia bene e il tempo è sempre gradevole. D’ora in poi che l’Inghilterra sia nota come “La Terra dell’Eterna Primavera”.

    - Le bacchette dei giapponesi sono un mezzo pratico per mangiare e non sono per nulla buffe. Invece, i giapponesi sono tutti brutti.

    - I francesi non hanno alcun diritto di guardarci dall’alto in basso. Infatti in Italia siamo tutti migliori di loro.

    - Ho le idee confuse.

    Comment di xx • 10 April 2008 09:03

  117.  MonsterID Icon

    E poi è vero che scrivi come un bambino delle elementari. Infatti, ad esempio:

    - ignori l’uso delle virgole prima degli incisi
    - ignori l’uso delle maiuscole dopo i punti fermi
    - non conosci l’uso impersonale del verbo “sembrare”
    - usi i puntini di sospensione in numero casuale
    - non metti l’accento sugli avverbi per distinguerli dagli articoli omografi
    - usi sgradevoli anacoluti delle forme riflessive
    - metti lo spazio dopo l’apostrofo

    Tutti errori che spesso vengono commessi dai bambini delle elementari, e a cui altrettanto sovente si unisce un certo tipo di opinioni qualunquiste, e la tendenza a non cogliere l’ironia e a criticare gli altri scioccamente e a sproposito.

    Comment di Kumagoro • 11 April 2008 05:56

  118.  MonsterID Icon

    Ehi, tu, lascia stare il mio nuovo amico Mirko che mi ha fatto vedere la luce! La lingua è un ente in evoluzione, e lui si limita a registrare i cambiamenti. Nel 2023 sicuramente i manuali di grammatica diranno “I puntini di sospensione vanno usati in modo casuale, possibilmente tirando 1d8+1″.

    Comment di xx • 11 April 2008 08:28

  119.  MonsterID Icon

    e per quel giorno l’Accademia della Crusca si sarà trasformata in un’azienda che produce barrette dietetiche.

    Comment di golosino • 11 April 2008 09:12

  120.  MonsterID Icon

    Kuma, sempre il migliore!!

    Comment di Botty • 11 April 2008 17:00

  121.  MonsterID Icon

    La lingua e` un ente??

    Comment di Botty • 11 April 2008 17:01

  122.  MonsterID Icon

    Botty: sì, la lingua italiana è un morente

    Comment di M2 • 23 April 2008 10:49

  123.  MonsterID Icon

    Questo thread merita di essere portato a conoscenza delle nuove generazioni, che certo non possono ricordare epoche lontane come novembre 2007.
    E poi Joril al commento 115 aveva usato con assoluta e rara proprietà l’aggettivo dimostrativo “codesto” (che indica un oggetto lontano da chi parla e vicino a chi ascolta). Di solito lo si usa a casaccio, per dare tono forbito alla propria frase, come fosse una versione arcaica di “questo”. Trovo sempre commovente quando ciò non accade.

    Comment di Kumagoro • 24 September 2008 02:15

  124.  MonsterID Icon

    Mah, mica tanto. La distanza tra Joril e il sito è identica a quella di chi legge, a meno che Joril non tenga il monitor lontaaaaano mentre scrive, oppure che lo interpretiamo in senso figurato. Ma, per giove pianeta, Joril è un nostro amichetto! Che non sia distante da noi!

    Comment di xx • 24 September 2008 14:25

  125.  MonsterID Icon

    Chi ascolta sei tu, residente del sito e quindi ad esso prossimo.

    Comment di Kumagoro • 24 September 2008 14:46

  126.  MonsterID Icon

    Kuma: Posso solo replicare che sei il mio orsacchiotto preferito!
    XX: Come da guide ergonomiche tengo il monitor a poco piu’ di un braccio teso (mio) di distanza da me, mai piu’ vicino!

    Comment di Joril • 24 September 2008 22:12

  127.  MonsterID Icon

    Boia, ho appena scoperto che il commento no. 114 e’ scritto da Mirko!!! (“scritto da Mirko” puo’ voler dire: 1) l’autore si chiama Mirko; 2) puo’ essere scritto solo da uno che si chiama Mirko)

    Comment di paolo • 27 January 2010 13:47

  128.  MonsterID Icon

    (”scritto da Mirko” puo’ voler dire: 1) l’autore si chiama Mirko; 2) puo’ essere scritto solo da uno che si chiama Mirko)

    Uh?!?! Ti hanno messo il peyote nel pranzo? ;)

    Comment di Botty • 27 January 2010 15:34

  129.  MonsterID Icon

    preferisco non indagare su cosa mi mettono nel pranzo: magari fosse peyote!…

    Intendo che l’espressione “scritto da Mirko” puo’ essere intesa come “scritta nello stile di Mirko”. Insomma, e’ come quando si scrive “e’ scritto da cani”

    (ora chiedo scusa ai cani per averli paragonati a Mirko)

    Comment di paolo • 27 January 2010 15:43

  130.  MonsterID Icon

    Ah, capito! Belin, sono io quello col peyote nel piatto!

    (e, si`… poveri cani!!)

    Comment di Botty • 27 January 2010 16:31

  131.  MonsterID Icon

    Debutto in questo storico thread!

    I neozalendesi sono responsabili degli effetti speciali del SdA e di Avatar e hanno quindi piu’ volte umiliato quelli della Industrial Ligth and Magic: le loro pecore elettriche non hanno al momento rivali.

    Comment di MCP • 27 January 2010 23:58

  132.  MonsterID Icon

    “a cazzo di cane” è un’espressione che mi ha sempre fatto senso.

    Comment di serir • 28 January 2010 12:45

  133.  MonsterID Icon

    Impariamo da Carlo Emilio Gadda: “cinobalanico”

    Comment di paolo • 28 January 2010 14:22

  134.  MonsterID Icon

    Impariamo dei genovesi: “cinobelinico” ;-)

    Comment di Botty • 28 January 2010 15:10

  135.  MonsterID Icon

    che vuol dire la stessa cosa…

    Comment di paolo • 28 January 2010 15:15

  136.  MonsterID Icon

    Eh, ma sai, il campanile… (poi io sono ignorante, non riuscendo a citare Gadda, ripiego sui camalli! ;-) )

    Comment di Botty • 28 January 2010 23:18

  137.  MonsterID Icon

    La somiglianza tra il gaddiano “balanico” (dal greco “balanos” = “organo maschile”) e il genovese “belinico” mi porta a congetturare un’influenza della lingua greca sul genovese… O magari e’ il greco che e’ stato influenzato cdal genovese!

    Comment di paolo • 29 January 2010 10:09

  138.  MonsterID Icon

    Io volevo approfittarne per ricordare a tutti che lo smegma è una sostanza caseosa che si forma nel solco balano-prepuziale.

    Comment di xx • 29 January 2010 10:15

  139.  MonsterID Icon

    vorrai dire banano-prepuziale…

    Comment di golosino • 29 January 2010 10:37

  140.  MonsterID Icon

    secondo Markos smegma è bello.

    Comment di serir • 29 January 2010 15:41

  141.  MonsterID Icon

    Markos la sa lunga. Chiunque egli sia.

    Comment di xx • 14 September 2010 11:53

  142.  MonsterID Icon

    mi sembra di capire che lo smegma si forma perche’ ci si lava poco: vunciun!

    Comment di paolo • 16 September 2010 12:02

  143.  MonsterID Icon

    Questo blog è molto bello.
    (In realtà ho scritto questo commento solo per vedere il mostro che mi usciva come avatar)

    Comment di Ixgber • 20 September 2010 19:12

  144.  MonsterID Icon

    Ora pero` dicci se ti e` piaciuto (no, non il blog, quello abbiamo capito che non riveste nessun interesse… il tuo mostrillo ^_^)

    Comment di Botty • 21 September 2010 09:20

  145.  MonsterID Icon

    Il mio è più meglio

    Comment di mostrillover • 21 September 2010 10:05

  146.  MonsterID Icon

    No, Serir travestito da mostrillover, quello di lxgber è più migliore (nel frattempo il plugin dei mostrilli si è evoluto, quindi quelli di questo sito stanno iniziando a essere vintage. Pinguini nel salotto, il blog dove anche i mostrilli sono fuori moda!)

    Comment di xx • 21 September 2010 11:34

  147.  MonsterID Icon

    mi hai riconosciuto dalla mail?

    Comment di seriretto • 21 September 2010 11:58

  148.  MonsterID Icon

    Esatto. Le mail dal Vaticano sono le tue preferite. :)

    Comment di xx • 21 September 2010 12:03

  149.  MonsterID Icon

    nel post hai parlato degli spagnoli, ma non hai specificato se ti piacciono le spagnole…

    Comment di golosino • 1 April 2011 16:22

  150.  MonsterID Icon

    Kuma 123, sull’uso di “codesto”: da quando dimoro in terra tosca ci ho fatto l’orecchio. Qui lo usano tutti a proposito! Nonostante cio’ io continuo a non riuscire a usarlo per nulla, non mi ci abituo ancora.

    Comment di Ale • 1 April 2011 16:52

  151.  MonsterID Icon

    Golosino: sì, mi piacciono le spagnole.

    Ale: io trovo che se ne faccia benissimo a meno, e che i toscani lo usino per fare i fighi, un po’ come l’orrendo pane senza sale. Però se, come diceva Kuma, sento qualcuno che ne fa un uso scorretto, anch’io lo correggo (mentalmente, almeno!).

    Comment di xx • 1 April 2011 17:39

  152.  MonsterID Icon

    Golosaurus: certo che gli piacciono, è fan della duchessa d’Alba….

    Comment di serir • 5 April 2011 17:02

  153.  MonsterID Icon

    La spagnola sa amar cosi’
    bocca a bocca la note el di’…

    Comment di paolo • 5 April 2011 18:37

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.