xxmiglia.com's
uFAQ
Scrivermi?
Categorie
Ricerca

Per i ritardatari
Mi do da fare
Sono alla moda e tuitto
Odia gli stupidi: Holly e Benji due fuoriclasse

Siamo nel 1986, e lo scenario dei cartoni in tv è diverso rispetto a pochi anni prima. Il tempo dei network e delle micro-tv locali è passato, e la triade berlusconiana di Canale 5- Italia 1 – Rete 4 si è imposta come monopolista di fatto dei cartoni animati giapponesi in televisione. E parlando di sigle, si assiste ad una piatta uniformità di canzoni cantate da Cristina D’Avena, con parole di Alessandra Valeri Manera e musicate da una serie di autori un po’ anonimi. E poi spunta un cartone animato anomalo: con target diretto ai maschietti (da tempo in balia di maghette e privati dei robottoni e delle tette di Fujiko) parla di calcio, che è un argomento quasi inedito per l’animazione giapponese: il precedente Arrivano i superboys non è mai stato molto noto. Allora probabilmente si decide di variare un po’ gli schemi. La musica è scritta da un autore di qualità come Augusto Martelli, già compositore di Bambino Pinocchio e La regina dei mille anni, per citare solo due tra i pezzi migliori, mentre la voce viene affidata ad un certo Paolo. Probabilmente la scelta di tralasciare per una volta Cristina D’Aven si rivela vincente, visto il target e l’aura di zuccherosità che la star di Bim Bum Bam ha sempre avuto.
Paolo Picutti è un bambino che per vie traverse conosce Martelli e che in seguito farà parte del coro dei Piccoli cantori di Milano. È abbastanza intonato, ha una voce infantile: questo basta. Il problema primario e principale stupidata della sigla di Holly e Benji nasce dalla convinzione errata che la serie parli delle avventure calcistiche di due ragazzi. Questo distorce profondamente la trama, giacché il protagonista è uno solo ed è Oliver Hutton (detto anche Ozora Tsubasa). Benjamin Price (per gli amici, Genzo Wakabayashi) è semplicemente un comprimario, tra l’altro di minore importanza rispetto a Mark Lenders, a Bruce Harper, forse anche a Roberto Sedino. Da dove nasce l’incomprensione? Probabilmente da due fattori:
a) L’importanza non trascurabile data a Benji nella prima parte della prima serie, in cui in effetti risulta l’avversario principale di Holly. Tradizionalmente, chi si occupa di scrivere i testi guarda la prima puntata o al massimo legge un breve riassunto dell’inizio della storia.
b) L’autrice dei testi è Alessandra Valeri Manera, come in quasi la totalità delle sigle di Mediaset. Questa signora riteneva (a torto o a ragione, non è questo il luogo per discuterne) che le serie animate dovessero rigorosamente avere un contenuto educativo e, in minor misura, che non dovessero avere un contenuto diseducativo. L’imposizione del doppio protagonista cerca quindi di smorzare il tipico individualismo delle serie giapponesi e, contemporaneamente, di proporre una sana, dialettica rivalità/amicizia. Un caso simile avviene per Mila e Shiro due cuori nella pallavolo. Ma esaminiamo il testo.

Due sportivi, due ragazzi, per il calcio sono pazzi,
son portiere e attaccante, Holly e Benji due speranze,
loro vogliono sfondare e campioni diventare
per poter così giocare nella squadra nazionale [ nella squadra nazionale ]

Tutta la sigla è in terza persona, contrariamente alla consuetudine che prevede che i protagonisti vengano indirizzati direttamente almeno una volta in seconda persona. Questo distacco sintattico tuttavia non coincide con il tono del contenuto della sigla.
Significativo l’incipit: Holly e Benji prima ancora di essere ragazzi sono sportivi: forse si tratta di un caso, ma la definizione calza lo spirito della narrazione, in cui le vicende personali dei due sono lasciate in secondo piano rispetto allo sport, che domina le loro vite. Per Holly ci sarà un blando amorazzo con Patty, per Benji assolutamente niente. Non sappiamo nemmeno quale sia il loro rendimento scolastico.
Il loro scopo è quindi giocare, anche con un’ambizione che ai due raramente è attribuita (i calciatori in questo mondo amano il gioco del calcio di per sé, non il successo che esso porta). L’obiettivo finale è anche qui azzeccato: giocare nella squadra nazionale giapponese è il massimo degli onori, anche se non paga. Addirittura, nel fumetto alcuni calciatori rinunciano alla carriera nei club e la pecunia che ne deriva per potersi dedicare a tempo pieno alla nazionale. Potrebbe essere un’interessante proposta anche per Vieri, Del Piero & c. Chissà come reagirebbero. Interessante il chiasmo logico nel secondo verso, (i ruoli sono invertiti rispetto al normale “Holly e Benji”), anche se puramente formale, dovuto alla falsa rima attaccante-speranze.

Rit:
Holly si allena tirando i rigori,
Benji si allena parando i rigori,
sembran partite gli allenamenti
tanta è la classe dei due contendenti,
Holly rincorre ogni pallone,
Benji lo segue con attenzione,
e questa sfida senza vincenti
fa i due ragazzi felici e contenti
Il ritornello è decisamente assurdo e ricco di quelle che potrebbero essere viste come stupidate tecniche.
Innanzitutto, un allenamento a base di rigori, calciati e parati, è quasi inutile. Può testimoniarlo Nino e il suo calcio di rigore, ma la cosa è lampante. Che razza di calciatori sono due che sanno solo tirare calci da fermo o pararli di conseguenza? Si potrebbe ribattere che non si dice che l’allenamento è costituito solo dai rigori, ma è comunque un aspetto così marginale che non si capisce perché tributargli attenzione.
Ma non basta: fanno allenamenti che sembrano partite. La partita è una cosa, l’allenamento è un’altra (seppur finalizzato alla prima). Dove si imparano i fondamentali di dribbling, di tiro, di stop se si fanno solo partite? Le partitelle di allenamento, per quanto infuse di energia ed agonismo da sembrare scontri ufficiali, devono rimanere tali, anche per non rischiare di infortunare i giocatori e per permettere di correggere gli errori dei ragazzi che, pur bravi, rimangono dei discenti.
E ancora: che attaccante è uno che rincorre ogni pallone? Ogni minima tattica elementare prevede il concetto di “posizione”; la tecnica di “tutti dietro al pallone” è degna dell’oratorio o di calciatori per i quali “gli schemi sono saltati” come eufemisticamente dicono certi commentatori. Salviamo per lo meno Benji che segue con attenzione il pallone, anche se un’occhiatina lontano da essa per vedere dove sono gli attaccanti avversari ogni tanto dovrebbe darla. L’interpretazione del verso in senso agonistico, asserendo che Holly non si arrenda mai, è meno grave dal punto di vista tecnico ma semplicemente falsa, perché il ruolo di Hutton non prevede che vada dietro ai palloni che sfilano verso fondo campo.
Infine, stupidata più blanda è che la sfida sia senza vincenti, perché nel mondo di Holly e Benji il pareggio quasi non esiste (un solo pareggio in oltre 150 puntate). E tra i due, comunque, vince Holly perché è il protagonista.

Due ragazzi, due sportivi, con due candidi sorrisi,
una palla come un lampo attraversa tutto il campo,
Holly corre, scatta e calcia, Benji salta, ferma e para,
ma che grinta, ma che classe, son due veri fuoriclasse [ son due veri fuoriclasse ]

Il primo verso della seconda strofa (quella che non conosce nessuno, ahimé) inverte la definizione dei due ragazzi, tentando un vago effetto poetico e abbozzando una goffa rima col verso successivo. Questo testimonia che la forza dell’incipit è probabilmente casuale, e per di più la rima è riuscita proprio male. A parte questo, Holly vive un rapporto sereno col calcio, e quindi lo vediamo sorridere relativamente spesso, mentre il fiero cipiglio di Benji lascia ben poco spazio ai sorrisi. Possiamo quindi classificarla come una piccola, quasi perdonabile, stupidata.
Il verso successivo lascia basiti. E’ vero che il Tiro del Falco di Holly e il Tiro da Tigre di Mark Lenders attraversano tutto il campo, e l’immagine è anche efficace. Il problema è però sintattico: in precedenza viene introdotto un soggetto (i soliti Holly e Benji) che poi viene tralasciato senza alcuna pietà. Si potrebbe obiettare che in poesia le regole sintattiche sono molto più lasche, ma lo stridìo mi pare veramente eccessivo.
Buono il terzo verso che offre un elenco delle attività dei due campioncini con un effetto incalzante, mentre la strofa si conclude con l’ennesima rima raffazzonata, costruita mediante quella che il pratica è la stessa parola, “classe”, il che può essere classificata come una stupidata poetica.

[Ripete il ritornello due o tre volte]

Dall’esame della sigla quindi si può rilevare come si tratti di un testo probabilmente scritto molto in fretta e senza preoccuparsi di avere coerenza con il contenuto della serie e di trovare elementi sintattici e poetici efficaci al di là della prima stesura di getto. D’altra parte, pur nella sua ingenuità, a tratti si percepisce l’entusiasmo di chi ama giocare a calcio, e questo non è un merito trascurabile.

76 Comments »

  1.  MonsterID Icon

    C’e’ da ricordare, poi, per quanto riguarda la palla che si muove alla velocita’ della folgore, la mai troppo citata e derisa lunghezza del campo di Holly e Benji, che imponeva 2/3 puntate per un attraversamento completo… Stupidata da “mai visto il cartone senno’ questa proprio me la evitavo”?

    Comment di Botty • 21 March 2006 12:34

  2.  MonsterID Icon

    La palla, se tirata, attraversa il campo in un lampo (si ricordi, ad esempio, l’inizio della finale tra Toho e Newteam nella seconda serie, con due tiri da centrocampo sulla traversa che bucano il pallone), sono i giocatori che magari ci mettono un po’ di piu’. Su questo sarei piu’ clemente, suvvia! ;)

    Comment di xx • 22 March 2006 12:09

  3.  MonsterID Icon

    Be’, basta considerare che l’universo di Holly e Benji è una realtà alternativa del tutto simile alla nostra, salvo per un particolare: i match sportivi vengono disputati su opportune distorsioni spaziali comunicanti con l’orizzonte degli eventi di un buco nero.
    Il che è un bel vantaggio per uno spettatore che paga un singolo biglietto e può assistere a una partita ogni settimana per tre mesi.
    (Ma forse nell’universo di Holly e Benji gli abbonamenti allo stadio sono carissimi).

    Comment di Kumagoro • 22 March 2006 18:28

  4.  MonsterID Icon

    venite a fare un salto sul mio blog:
    http://venerohollyebenji.blogspot.com/
    a proposito di holly e company

    Comment di amicidipippo • 29 May 2006 12:19

  5.  MonsterID Icon

    ma state zitti.Holly e Benji è prprio amato per le sue assurdità e un carone che fa sognare,che fa credere in se stessi.
    è il più bel cartone del mondo.

    Comment di andrea • 29 March 2007 13:26

  6.  MonsterID Icon

    Compagno Andrea, l’amore per Holly e Benji ci unisce. Forse proprio il più bel cartone del mondo non è, ma se mi capita di beccarlo in televisione festeggio facendo una Catapulta Infernale.

    Comment di xx • 29 March 2007 14:41

  7.  MonsterID Icon

    Caro Andrea, non è che per caso frequenti il forum di Capitan Tsubasa?

    Comment di Chicca • 29 March 2007 18:08

  8.  MonsterID Icon

    Nella prima serie il quasi-co-protagonista era piu’ Tom Baker. Scomparsi lui e Benji, con blandholly padrone assoluto del campo, la seconda serie mi piacque molto meno. Era anche disegnata peggio nella maggior parte degli episodi.

    Comment di MCP • 29 March 2007 20:51

  9.  MonsterID Icon

    Però nella seconda serie c’è la discesa agli inferi di Mark Lenders che ritorna più forte che mai. Io adoro Mark Lenders, da grande voglio essere come lui. :)

    Comment di xx • 30 March 2007 08:18

  10.  MonsterID Icon

    Perché questo e altri recuperi d’annata non sono segnalati fra gli ultimi post commentati? E’ un disservizio!

    Noto en passant che di recente si sono create due tipologie di commentatori: quelli che dispongono di avatar personalizzato e i perdenti. Siamo autorizzati ad applicare una certa misura di discriminazione razziale?

    Comment di Kumagoro • 4 April 2007 14:53

  11.  MonsterID Icon

    Caspiarola, c’hai ragione. Vedremo di ovviare al problema.

    Sì, questo blog si è già dimostrato ampiamente razzista nelle parole e nei fatti, quindi sentiti libero di insultare etnie, religioni, gruppi sociali o chiunque ti pare. Al massimo poi arrestano me.

    Comment di xx • 4 April 2007 15:03

  12.  MonsterID Icon

    Beh, ci sarebbe da valutare se chi ha fatto ricorso alla personalizzazione dell’avatar non l’abbia fatto solo come tentativo a buon mercato di affermazione di se’, o per via di un pecoresco “seguire la moda”, o addirittura per l’atavica paura dell’ignoto! (=l’avatar generato dinamicamente) Tutte cose che si potrebbero classificare almeno di primo acchito come “da perdenti”.
    D’altronde che lo dico a fare, in un covo di razzisti del genere! (Per non parlare dell’apologia di reato)

    Comment di Joril • 4 April 2007 20:11

  13.  MonsterID Icon

    Visto che tu hai ancora il mostrillo randomico dovresti solo che tacere! ;-p

    Per quanto mi riguarda, il fatto era che semplicemente mi mancava il mio avatar del covo e da quando xx ha offerto questa possibilita`… non ho resistito (sia a riavere il mio avatar, sia a potermi dimostrare una volta di piu` gratuitamente razzista!)

    Che per inciso, il mio avatar e` un pinguino, che nel sito ci sta una meraviglia, ma qui nessuno se n’e` accorto… pfui! ;-p

    Comment di Botty • 5 April 2007 08:00

  14.  MonsterID Icon

    Io ho un _brutto_ mostrillo randomico, e’ vero, ma non e’ carino farlo notare. Comunque il fatto che hai sentito la necessita’ di spiegare le tue motivazioni puo’ essere visto come un segno di insicurezza, fa’ attenzione la prossima volta! (Ti avviso per via della mia simpatia per i pinguini)

    Comment di Joril • 5 April 2007 19:35

  15.  MonsterID Icon

    Scusa, ma se non te lo facessi notare, che razza di razzista sarei? :-D (pregasi notare il gioioso gioco di parole tra “razza” e “razzista”… che per inciso ho ripetuto con “gioioso” e “gioco”… il poeta che e` in me, tende ad emergere… qualcuno lo affoghi, presto!)

    Potrei spiegarti perche` ho sentito la necessita` di spiegare le mie ragioni, ma potrebbe passare nuovamente per un segno di insicurezza, quindi passero` alla valutazione se per essere piu` chiaro posso mandare due righe cartacee come involucro del pacchetto di C4 che inviero` a tutti coloro che non hanno un avatar *fico* come il mio pinguino.. direi che, o risulto molto piu` sicuro di me, o sicuramente riduco a zero le polemiche.. ;-)

    E, comunque, ti ringrazio per essere stato l’unico ad apprezzare il mio pinguinetto!!

    Comment di Botty • 6 April 2007 08:12

  16.  MonsterID Icon

    Fondo ora una Campagna per la Riabilitazione dei Reietti con Avatar Randomico (CRRAR). Nel manfesto introduttivo della CRRAR (che potrete trovare all’indirizzo http://www.crrar.org) potrete apprezzare i punti cardine che contraddistinguono il CRRAR-pensiero:
    1) Mai disprezzare un avatar randomico.
    2) Non deridere nè discriminare il suo proprietario
    3) Evitare di glorificare le fattezze di un avatar personalizzato in presenza di possessori di avatar randomici
    4) Evitare, in particolar modo, di glorificare il proprio avatar personalizzato

    e, in ultimo, il più importante di tutti:

    5) Non far MAI notare ad un possessore di avatar randomico che con una semplice mail a xx avrebbe potuto avere il suo avatar personalizzato

    Comment di kotekino • 6 April 2007 09:20

  17.  MonsterID Icon

    Non far MAI notare ad un possessore di avatar randomico che con una semplice mail a xx avrebbe potuto avere il suo avatar personalizzato

    ROTFL!

    Comment di Botty • 6 April 2007 13:41

  18.  MonsterID Icon

    Le polemiche poi le leggerò e ci sguazzerò con calma. Per ora volevo limitarmi a segnalare che ho ripristinato la funzionalità degli ultimi post commentati. Mi vanterò dicendo che ho praticamente riscritto il plugin da zero perché faceva pena (e infatti non fungeva).

    Comment di xx • 6 April 2007 15:19

  19.  MonsterID Icon

    Bravo, Luca. Ora vedi di dire al signor specificclick.net di non rompere le palle a chi usa Opera.

    Comment di Kumagoro • 6 April 2007 22:44

  20.  MonsterID Icon

    Per me holly e benji e il cartone più bello della mia vita perchè se non vedevo tutte le serie di holly e benji non mi piaceva il calcio oggi lo amo il calcio grazie holly e anche benji vi amo ti prego fatelo in tv (italia 1) vi pregooooooooooooooooo!!!!!!!!!!

    Comment di Giuseppe • 7 July 2007 23:50

  21.  MonsterID Icon

    Queste scene mi commuovono sempre.. :( XX, si puo’ fare qualcosa per la richiesta di Giuseppe?

    Comment di Joril • 8 July 2007 12:00

  22.  MonsterID Icon

    Muoverò tutte le mie risorse acciocché “facciano” in tv Holly e Benji, su Italia 1 come richiesto dall’amico Giuseppe.
    Fatto. Non ho molte risorse, purtroppo.

    Comment di xx • 9 July 2007 15:11

  23.  MonsterID Icon

    Ovviamente ognuno fa quel che puo’, e’ stato comunque un bellissimo gesto da parte tua.

    Comment di Joril • 9 July 2007 20:56

  24.  MonsterID Icon

    volevo commentare l’analisi di XX sulla sigla, ma non lo faccio SOLO per non svettare nella classifica dei parolieri.

    mi limito alle considerazioni di una me-a-8-anni:

    *Benji è molto più figo di Holly
    *di Tom, ne vogliamo parlare?
    *ma che ansia, Julian Ross…
    *Patty è una ciabatta

    Comment di parigina sberluccicosa • 10 July 2007 11:01

  25.  MonsterID Icon

    Curioso, di solito gli altri ci tengono a svettare in alto tra i logorroici.
    Comunque:
    - Benji è più figo di Holly, ma Mark Lenders è più figo di Holly e Benji messi insieme.
    - Tom, ahimé, è uomosessuale, come dimostrano centinaia di dojinshi
    - Julian Ross è un fallito. Lo odiano tutti.
    - Patty in effetti è una ciabatta, una cozza, un cofano. Holly, in quanto calciatore più bravo del mondo, potrebbe scegliersi qualunque velina al posto di quella là!

    Comment di xx • 10 July 2007 11:46

  26.  MonsterID Icon

    non è un caso che io vinca sempre premi come *miglior qualcosa non protagonista* :)

    (adesso faccio più post di poche parole per imbrogliare il tuo calcolatore, vediamo se funge)

    Comment di parigina sberluccicosa • 10 July 2007 13:45

  27.  MonsterID Icon

    * Benji è figo e str. q.b., Lenders è fatto apposta per piacere, la sua storia è struggente!
    * sigh! Tom è sempre stato il mio personaggio proiettivo, quando l’ho saputo (non ricordo come) sono rimasta emmerdée (all’italiana, non alla francese)
    * il povero Julian aveva la funzione di educare il pubblico femminile (disinteressato a Candy) alla disposizione da crocerossina che vi piace tanto
    * su Patty stendo un velo pietoso

    Comment di parigina sberluccicosa • 10 July 2007 13:52

  28.  MonsterID Icon

    per restare in tema di educazione all’agonismo sportivo senza a tutti costi tirare in ballo super-Mila o quella masochista della Mimì, ricordo che alcune animazioni di Hilary erano splendide, molto accurate nei passi e nei lanci… e la sigla era un inno alla perseveranza: vincerai – vincerò – evviva!

    Comment di parigina sberluccicosa • 10 July 2007 14:32

  29.  MonsterID Icon

    Xx: “Curioso, di solito gli altri ci tengono a svettare in alto tra i logorroici.” Mi sento lontanamente chiamato in causa: ma, come tu ben sai, io tengo a ottenere una logorrea pari a 666 caratteri (ho provato a smettere ma continuo compulsivamente a riprovarci).

    Comment di kotekino • 10 July 2007 14:47

  30.  MonsterID Icon

    Beh, è una divisione. A meno del bug del Pentium (che solo i più nerd ricorderanno) è difficile che qualcosa non funzioni!
    Mark Lenders non strappa le lacrime perché è troppo figo, troppo maschio per dettagli simili. Lui ha le maniche tirate su e fa il Tiro da Tigre. Vai, Mark, diventa una tigre!

    Ecco, Hillary non l’ho mai visto, pur essendo, se ben ricordo, una serie breve (addirittura meno di 20 episodi, se ben ricordo). Mi corregga chi è più bravo di me: è uno Studio Pierrot anni ’80, vero? Bella forza che è ben animato!

    Comment di xx • 10 July 2007 14:48

  31.  MonsterID Icon

    Kotekino: stavo pensando se può esistere qualche trucco per farti desistere dall’insano proposito. Del tipo farti una domanda alla quale tu non puoi non rispondere ma che richiede risposta concisa, oppure troppo lunga. Ma in realtà, ripensandoci, fai un po’ quel che cacchio ti pare. :)

    Comment di xx • 10 July 2007 14:59

  32.  MonsterID Icon

    Ti potrei consigliare di parlare male degli inglesi, così faccio una tirata polemica di 8000 caratteri.
    p.s. i pinguini sono primi su Mastro Google per l’aggettivo “sberluccicosa”, mentre “Bocciato Windows Vista nelle scuole del Regno Unito” (riferito alla grafica sberluccicosa) compare solo al quinto posto. Un altro risultato di tutto rispetto di cui devi ringraziare la tua gentile neo-lettrice

    Comment di kotekino • 10 July 2007 16:02

  33.  MonsterID Icon

    kote: ohlala sono orgogliona, ma è tutto merito di Agu! :)
    (farò richiesta di un avatar anche io, me lo merito)

    xx: certo che è una divisione, ma magari hai imputato dei valori segreti variabili che incidono sull’elaborazione del dato :)

    sì per i -20 episodi. trovo che la cortezza delle serie sia un valore aggiunto – per quanto possa essere un po’ contro-logica.

    invece, per rispondere alla domanda sullo Studio Pierrot ho spulciato sul sito e poi su Google, percui non vale ;)

    Comment di parigina sberluccicosa • 10 July 2007 16:59

  34.  MonsterID Icon

    Mark Lenders era un figo esagerato… awwww *ç*

    Comment di Barsine • 20 July 2008 16:30

  35.  MonsterID Icon

    Parole sante, cara Barsine. Fondiamo un fan club di Mark Lenders?

    Comment di xx • 21 July 2008 10:15

  36.  MonsterID Icon

    E non dimentichiamoci di Danny Mellow, l’underdog!

    Comment di MCP • 23 July 2008 21:47

  37.  MonsterID Icon

    Il sidekick di Mark!

    Comment di xx • 24 July 2008 11:38

  38.  MonsterID Icon

    Beh, Lenders è unico. Niente di ciò che è umano gli è estraneo, a differenza di Holly che, facendo parte del circolo degli illuminati, è al di là del bene e del male. Quello che non ho mai capito è se ha avuto o no una storia con la signorina Matsumoto (Miss Daisy). Anche se non ce l’hanno detto, sarebbe un peccato il contrario. La menata con la giocatrice di softball non mi ha mai convinto…

    Comment di Hermione • 4 August 2008 23:25

  39.  MonsterID Icon

    Ovvio Hermione che ha avuto una storia con la Matsumoto… è così evidente! ^_^ Comunque sono d’accordo con te… Mark è il migliore perché (oltre ad essere un figo esagerato) è il più umano e quello dalla storia personale a mio parere più coinvolgente: ride, piange, s’incazza, vince, perde… insomma, è un personaggio a tutto tondo e un atleta realistico! Tutti i grandi campioni vincono e perdono!

    Comment di Barsine • 18 August 2008 19:32

  40.  MonsterID Icon

    comunque per me il piu forte e Benji e io diventero tipo come lui cioe un portiere molto forte

    Comment di Anonymous • 30 March 2009 22:34

  41.  MonsterID Icon

    comunque il piu forte e Benjie io tra qualke annetto e mezzo saro almeno forte quanto lui saro un portiere fantastico un fuoriclasse e questo e la verita percio ricordatevi questo nome manfellotto ciro

    Comment di ciro manfellotto • 30 March 2009 22:42

  42.  MonsterID Icon

    comunque il piu forte e Benjie io tra qualke annetto e mezzo saro almeno forte quanto lui saro un portiere fantastico un fuoriclasse e questo e la verita percio ricordatevi questo nome manfellotto ciro

    Comment di ciro 3 B • 30 March 2009 22:44

  43.  MonsterID Icon

    comunque il piu forte e Benjie io tra qualke annetto e mezzo saro almeno forte quanto lui saro un portiere fantastico un fuoriclasse e questo e la verita percio ricordatevi questo nome manfellotto ciro

    Comment di xx • 30 March 2009 22:44

  44.  MonsterID Icon

    comunque il piu forte e Benji io tra qualke annetto e mezzo saro almeno forte quanto lui saro un portiere fantastico un fuoriclasse e questo e la verita percio ricordatevi questo nome manfellotto ciro

    Comment di xx • 30 March 2009 22:45

  45.  MonsterID Icon

    editore del com del 30 marzo 2009 alle 22:45 sn ciro manfellotto

    Comment di ciro manfellotto • 30 March 2009 22:48

  46.  MonsterID Icon

    Contesto: il piu’ forte in assoluto e’ Karl Heinz Schneider!

    Comment di MCP • 30 March 2009 23:44

  47.  MonsterID Icon

    Ma il piu` forte non era Pablito Rossi? :D

    Comment di Botty • 31 March 2009 09:29

  48.  MonsterID Icon

    In realtà nel manga il più forte di tutti è Carlos Santana (sic), il “cyborg del calcio” (doppio sic).
    (ehi, ho letto solo ora la coppia di commenti di Hermione e Barsine dell’estate scorsa. Tutti i fan di Mark Lenders qua sono i benvenuti!)

    Comment di xx • 31 March 2009 10:25

  49.  MonsterID Icon

    Il più forte è il capitano e la sua sposa Hilary. Chanel è un bel nome e anche Crìstianh (o forse l’hanno scritto Christhian, lo ignoro).

    Comment di serir • 31 March 2009 11:02

  50.  MonsterID Icon

    Il più forte è Shingo Tamai, tzè.

    Comment di M2 • 31 March 2009 12:44

  51.  MonsterID Icon

    E Pelé palleggia con la punta della dita :-D

    Mentre la squadra più forte rimane il San Podestà!

    Comment di MCP • 31 March 2009 18:44

  52.  MonsterID Icon

    Oddio, quest’ultima cosa citata da MCP mi mancava…ero rimasto ad “Alè o-o” (che non pochi leggevano “Alè zero a zero”) e la sua mitica semifinale.

    Comment di xx • 1 April 2009 16:20

  53.  MonsterID Icon

    XX: io l’avevo scoperta su una rivista francese (che pubblicava l’anime manghizzato) e tra me pensavo: tzk, ‘sti franchi, solo loro potevano inventarsi un posto vicino Genova, intitolarlo a un santo e chiamarlo… Podestà!

    E invece, arrivato sulle tivvi’ nostrane, e’ stato lasciato tale e quale!

    Comment di MCP • 1 April 2009 19:17

  54.  MonsterID Icon

    Un solo pareggio in oltre 150 puntate… io di pareggi ne ho contati tre:
    1) quello della storica sfida S.Francis-Niuppy (o come cavolo si scrive), la famosa partita “Holly vs Benji”
    2) quello tra la Muppet (oddio ma chi li sceglieva i nomi? il “feroce” mark landers che gioca in una squadra di pupazzetti?) e la Hot Dog (Dio mio… ma nelle tribune vendevano portachiavi a forma di salsiccia?), pareggio “tattico” voluto e cercato dallo stesso Landers per cercare di mettere fuori combattimento “ai punti” la New Team di Holly (in caso di pareggio o sconfitta sarebbe uscita dal campionato al primo turno).
    3) Nella seconda serie, la finale New Team – Toho, finita pari dopo i doppi tempi supplementari.

    A proposito, pensavo alla stupidità di chiamare “Nuova squadra” la “comunale” di Nankatsu (in pratica era il S. Francis con l’aggiunta di qualche elemento dalle altre squadrette locali, Niuppy in primis): potrebbe essere che al momento di iscrivere la squadra al campionato, essendo per l’appunto una squadra nuova non esistesse nei database della federazione, e andasse quindi inserita: quando l’operatore ha cliccato su “nuovo”, deve essere apparso sul monitor: “Team name:” e di default “New Team”. L’impiegato in questione deve aver premuto Invio prima di digitare il nome della squadra, e di conseguenza…

    Comment di San Zeno • 14 April 2010 23:05

  55.  MonsterID Icon

    Chiedo venia per l’inesattezza pei pareggi, hai ferpettametne ragione (confesso che il pareggio tattico non lo ricordavo).
    Comunque vogliamo parlare anche della Mambo? giocavano danzando? E invece no! Usavano il fuorigioco!

    (mi ha fatto molto ridere la tua ricostruzione del nome “New team”. Plausibilissimo.)

    Comment di xx • 15 April 2010 10:40

  56.  MonsterID Icon

    E la Artic,eh, dove vogliamo mettere la Artic?

    (al Polo Sud? ah ah ah ah)

    ((almeno ci sarebbero i pinguini))

    Comment di MCP • 16 April 2010 21:34

  57.  MonsterID Icon

    @MCP: Polo nord! se no sarebbe stata Antartic..

    Comment di San Zeno • 17 April 2010 10:13

  58.  MonsterID Icon

    @SanZeno: trattavasi di una voluta inversione dei poli, per rendere piu’ spassosa la battutona (e quindi ho fallito miseramente! :P)

    Comment di MCP • 17 April 2010 16:37

  59.  MonsterID Icon

    Che poi la Artic, se ben ricordo, non è la squadra di Hokkaido, quella che si allena nelle nevi e ha la pozione con miele e limone per dare la carica. Quella è la Flynet (rete per acchiappare mosche?!?), nevvero?

    Comment di xx • 19 April 2010 14:02

  60.  MonsterID Icon

    Aiò, e’ la Flynet del mitico Philip Callaghan, detto l’ispettore. Si sa che in Hokkaido sono tipi particolari. La Artic e’ invece squadra poco nota, fatta di difensori appiccicosi.

    Ma tra i “minori” la coppia piu’ ganza e’ ovviamente costituita da Clifford Yuma e Sandy Winter (detto Marton per gli amici), i tappo-e-balestra del calcio nipponico. Talmente caratteristici che si dimenticarono di tradurre la squadra, rimasta Hirado.

    Comment di MCP • 19 April 2010 21:25

  61.  MonsterID Icon

    Se la Artic è appiccicosa, doveva essere lei la Flynet. Hanno scambiato queste due squadre, è intollerabile! Protestiamo con… con… con chi dobbiamo protestare?!?

    (Larry Yuma e Sandy Marton mi son sempre stati simpatici perché hanno messo in difficoltà Holly che solo grazie al suo Tiro ad Effetto se l’è cavata. Bella forza… )

    Comment di xx • 20 April 2010 10:59

  62.  MonsterID Icon

    Larry Yuma e’ un personaggio del Giornalino: ora sappiamo cosa leggeva xx nella sua infanzia!

    Comment di paolo • 20 April 2010 13:50

  63.  MonsterID Icon

    Belin, ci hai ragione, non ho mai parlato de Il Giornalino! Metto in canna un post noiosissimo su di esso!

    Comment di xx • 20 April 2010 14:45

  64.  MonsterID Icon

    occhio che sul Giornalino tra il 1976 e il 1984 posso aggiungere una messe di contributi ancora piu’ pallosi…

    Comment di paolo • 20 April 2010 15:03

  65.  MonsterID Icon

    Mi sento di tranquillizzarvi asserendo che dopo i post su Annecy, qualsiasi cosa risulta avvincente :)

    Comment di Joril • 20 April 2010 17:02

  66.  MonsterID Icon

    Ora sì che sono tranquillo. Grazie, Horìl (pronunziato alla spagnuola).

    Comment di xx • 26 April 2010 10:53

  67.  MonsterID Icon

    Non c’e’ di che, ma trasalisco nel vedere l’accento sulla I nonostante mi perseguiti da piu’ di un decennio! (La J ispanica invece e’ una ventata di novita’ rispetto alla consueta mispronuncia francese :) )

    Comment di Joril • 26 April 2010 16:32

  68.  MonsterID Icon

    Joril: se non vuoi l’accento sull’ultima, seconda le rigide leggi spagnole, devi metterlo sulla penultima, visto che il tuo nome finisce in l. Quindi sei Jóril.

    Comment di serir • 27 April 2010 10:09

  69.  MonsterID Icon

    Ma la pronuncia vera del tuo nome come sarebbe?
    Tempo fa ti menzionavamo con Luca e ci siamo trovati a nominarti lui all’inglese, e io con la “I” iniziale (non mi chiedermi perche`… )

    Comment di Botty • 27 April 2010 11:16

  70.  MonsterID Icon

    Serir: secondo le rigide leggi dell’universo, se una parola ha solo due sillabe e l’accento non cade sull’ultima, dovrà per forza cadere sulla penultima.

    Botty: tu pronunzialo in modo da farlo arrabbiare, possibilmente ficcandoci dentri degli spoiler.

    Comment di xx • 27 April 2010 14:58

  71.  MonsterID Icon

    xx: intendevo scriverlo, se lo vuoi sulla penultima devi scriverlo, sennò io che vedo scritto Joril ho tutto il diritto di pronunciarlo Horíl.
    Il polpettone mi è venuto bene ma ho messo poche patate.

    Comment di serir • 27 April 2010 15:40

  72.  MonsterID Icon

    Ah, ok, allora sei perdonato.
    A me è venuta bene la quiche lorraine.

    Comment di xx • 27 April 2010 15:43

  73.  MonsterID Icon

    Serir: sei stato chiaro ed esauriente come sempre, si vede che sei uno che apprezza The IT crowd!

    Botty: la pronuncia corretta e’ /giòril/ :)

    XX: Botty non si macchierebbe mai del crimine becero dello spoiler!

    Comment di Joril • 27 April 2010 21:24

  74.  MonsterID Icon

    In verità si pronuncia Jor-El.

    Comment di Garion • 27 April 2010 21:24

  75.  MonsterID Icon

    Alas, poor Joril! (Hamlet, V, i)

    Comment di paolo • 28 April 2010 08:57

  76.  MonsterID Icon

    Garion 74: in effetti questo è il ritratto del nostro evil-free amico:
    Jor-El

    Comment di xx • 28 April 2010 09:57

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.